Come sarebbero i generi alimentari se fossero prodotti da marchi come Apple, Nike o Ferrari?

Questa artista ricrea i packaging dei marchi più prestigiosi, come se vendessero generi alimentari. In mostra ad Expo 2015.

Art
di Simone Stefanini facebook 4 febbraio 2015 16:40
Come sarebbero i generi alimentari se fossero prodotti da marchi come Apple, Nike o Ferrari?

Come apparirebbero i generi alimentari comuni come le uova o il latte, brandizzati dai più famosi marchi del mondo? In questo bel progetto chiamato “Wheat is Wheat is Wheat”, l’artista Peddy Mergui immagina un mondo iperconsumistico e monopolizzatore, nel quale le multinazionali della moda o della tecnologia si mettano a produrre anche i cibi che si trovano nei supermercati.

Un lavoro di protesta sulla vera potenza del marchio, volto a confondere il consumatore e a far acquistare plusvalore a generi o prodotti comuni. È piuttosto interessante notare quanti marchi italiani facciano parte di questo progetto, a dimostrare che il made in Italy funziona sempre benissimo nell’immaginario straniero (l’artista in questione è israeliana).

Questo lavoro sarà in mostra all’Expo di Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015, dedicato, appunto, al cibo in tutte le sue accezioni possibili.

FONTE | laughingsquid.com

Le uova di Versace

 

eggs1 eggs3

 

 

iMilk, il latte della Apple

milk1

 

La frutta della Nike

frui1

 

La pasta della Ferrari

pasta1

 

Lo yogurt di Tiffany

yogurt1

 

 

La farina di Prada

flour1

 

 

Il salame di Louis Vuitton

salami1

 

 

L’olio di oliva della Benetton

olive1

 

I biscotti di Dolce & Gabbana

petiber2

COSA NE PENSI? (Sii gentile)