Il 25 agosto esce il film di Death Note, ecco il primo trailer

Death Note diventa un film per Netflix e Ryuk è doppiato da Willem Dafoe. Basta questo per accogliere il trailer con una bella dose di hype

Cinema
di Simone Stefanini facebook 30 giugno 2017 11:18
Il 25 agosto esce il film di Death Note, ecco il primo trailer

Netflix ha rilasciato il primo trailer dell’adattamento in live action di Death Note, per la regia di Adam Wingard (Blair Witch) con Nat Wolff (Comportamenti molto… cattivi) e Margaret Qualley (la figlia di Kevin Garvey in The Leftovers). Il soggetto è stato preso dal famoso manga di Tsugumi Ōba e Takeshi Obata, e vede uno studente delle superiori che entra in contatto con un taccuino che dona al suo padrone il potere di uccidere tutte le persone che vuole, solo scrivendoci il loro nome sopra.

 

 

Light (Nat Wolff) crede di poter utilizzare questo potere a fin di bene, eliminando i cattivi ma presto la cosa gli sfugge dalle mani. Oltre a L, l’ispettore che dovrà indagare sui crimini interpretato da Keith Stanfield, il vero personaggio di culto del manga è Ryuk, lo shinigami (cioè la divinità della morte), che è un po’ il mietitore d’anime occidentale. Neutrale, non sta dalla parte di Light ma neanche da quella di L. È vincolato al quaderno, che ha fatto egli stesso cadere sulla Terra e le sue terribili azioni sono svolte con distacco, per divertimento o per ricevere dei premi, tra cui le mele di cui va matto.

 

 

Ecco, in questo film Ryuk, di aspetto spaventoso e sottilmente neogotico, è doppiato da Willem Dafoe, giusto per far aumentare l’hype. Il trailer infatti sembra molto interessante, ben sviluppato e non vediamo l’ora di vedere come evolve la storia nel primo adattamento occidentale del film.

La storia infatti, come ben sapete se avete guardato MTV qualche anno fa, ha avuto un adattamento seriale anime e un film giapponese con attori veri. Il progetto del film americano è nato nel 2009 dalla Warner Bros., ma dopo vari cambi di rotta, nel 2014 sembrava addirittura della regia se ne sarebbe occupato Gus Van Sant. Solo quando WB ha accantonato del tutto il progetto si è fatta avanti Netflix, rilevandone i diritti.

Per un buon motivo, a quanto possiamo vedere.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)