Buon compleanno Chuck Norris, festeggiamolo con i 10 facts più divertenti

Abbiamo intervistato gli autori di welovechucknorris.it che ha compiuto 10 anni

Cinema
di Simone Stefanini facebook 10 marzo 2016 03:00
Buon compleanno Chuck Norris, festeggiamolo con i 10 facts più divertenti

insomak via

 

Oggi, 10 marzo 2016, Chuck Norris compie 76 anni ed entra a pieno titolo nell’anzianità. L’attore dell’Oklahoma è diventato famoso per i suoi film d’azione, a partire da L’urlo di Chen terrorizza anche l’occidente (1972) del grande Bruce Lee, fino ad arrivare alla sua comparsata epica in Expendables 2 (2012) in cui anche Sylvester Stallone si inchina al suo potere. Nel mezzo, una vita passata a spaccare la faccia ai cattivi nel telefilm Walker Texas Ranger (1993-2001).

 

 

Le ultime generazioni però lo hanno conosciuto più per i facts che per le sue vere e proprie azioni di lotta o per i suoi ruoli memorabili. Per spiegarlo in due parole, i facts sono le notizie inventate, inverosimili e iperboliche sulla sua fantomatica potenza totale, che si sono diffuse verso il 2005 nei canali IRC e in forum come Something Awful, per poi dilagare ed essere condivise un po’ da tutti. Non esiste una persona che durante i primi anni di Facebook in Italia non abbia condiviso le battute su Chuck Norris.

 

norris1 via

 

La colpa è soprattuto di Riccardo Bidoia (Mist) e Massimo Fiorio (Dietnam), responsabili del sito welovechucknorris.it, della pagina Facebook e dell’account Twitter che hanno riscontrato talmente tanto successo da essere trasposti in sei libri editi da TEA.

Alla vigilia dei 10 anni dall’inizio di questo esilarante progetto abbiamo chiesto proprio a loro, Riccardo e Massimo com’è gli è venuto in mente di aprire un sito di facts di Chuck Norris. 

Tutto è iniziato con una banalissima chat su Msn Messenger. Un link al sito americano con i Chuck Norris Fact“Uhm, però forse non fanno molto ridere”. Dopo mezz’ora eravamo piegati in due. Morti. “Ma qualcuno avrà pensato di tradurli in italiano?” Controllo veloce su Google: no. Mezz’ora dopo il sito era online, con una manciata di fact tradotti. Dal giorno dopo abbiamo iniziato a crearne di originali. Il passaparola è stato rapidissimo: 25mila visitatori unici al giorno in un periodo in cui non esistevano i social network erano cifre folli. 1200 mail in un solo giorno lo ricordiamo ancora come il record assoluto per quella che è stata un’avventura che ha appena raggiunto i 10 anni di vita. Sull’onda del nostro entusiasmo sono nati altri siti e per un po’ ci siamo sentiti pionieri delle cazzate. Con un sito del genere oggi probabilmente avremmo fatto dei gran soldi, e invece siamo stati dei cazzoni che si son limitati ad aggiornare un sito con le nostre creazioni (di Riccardo, principalmente) e i tantissimi contributi dei nostri lettori e poco altro. Quel “poco altro” per fortuna son stati 6 libri che hanno venduto più di 120mila copie, una cosa di cui ancora ci bulliamo con gli amici.

 

51fMbUVXF2L._SX331_BO1,204,203,200_ via

Il percorso è stato tutto in discesa?
No, abbiamo pure avuto degli scazzi non da poco: una casa editrice di Roma aveva pubblicato un libro contenente praticamente i primi sei mesi del sito, svariati mesi prima che pubblicassimo il primo libro ufficiale. Gli abbiamo scagliato contro gli avvocati e pure qualche bestemmia e tutto è rientrato; lo Zoo di 105 che ha iniziato a prendere le frasi e usarle senza citarci (anche lì abbiamo scagliato qualche bestemmia e, alla fine, hanno iniziato a citarci. Poi hanno smesso, poi hanno ricominciato, e così per anni. Sicuramente la pubblicità che è arrivata da loro è stata apprezzata, ma interagirci non è certo stata una delle cose più piacevoli di questi 10 anni).

 

2bn via - Mist & Dietnam

 

I momenti più emozionanti?
Lo scatolone contenente i primi libri; i rendiconto del primo anno; finire in homepage su Repubblica. Soprattutto i rendiconto, dai.

Ma i facts su Chuck Norris funzionano ancora oggi, a 10 anni di distanza?
Il sito è ancora vivo, lo aggiorniamo meno spesso e si parla di una nuova versione della raccolta di tutti i fact. E noi siamo i soliti pigri di sempre, con 10 anni in più. Ah: se qualcuno è interessato, abbiamo ancora alcune magliette “ufficiali”, risalenti a 10 anni fa: magari le metteremo in vendita nei prossimi giorni, settimane, mesi…

Ecco i 5 fact preferiti di Riccardo

1) Chuck Norris può vincere la lotteria per k.o.

giphy-66 via

La lotteria. Per k.o. Capite? È incredibile. E divertentissimo. Ahahah! Davvero, visualizzate la scena e ridete con me.

 

2) I fermenti lattici degli yogurt di Chuck Norris sono tutti morti

giphy-67 via

Per l’importanza “storica”, è il titolo del nostro primo libro.

 

3) Quando Chuck Norris fa le flessioni non alza se stesso, abbassa la terra

giphy-71 via

Perché è uno dei primi originali che ho letto e mi ha fatto capire il potenziale del fenomeno.

 

4) Il vero nome di Chuck Norris è Carlos Ray Norris. Ha scelto questo nome d’arte perché, fin da quando era piccolo, il suo idolo era Chuck Norris.

giphy-68 via

Perché adoro i fact con paradossi spazio-temporali.

 

5) La matematica è un’opinione di Chuck Norris

1jF9N via

Perché mi viene in mente subito. Da anni. Quindi vuol dire che è un bel fact

 

Ecco i 5 fact preferiti di Massimo

1) Chuck Norris, ancora teenager, ha messo incinta ogni singola suora di un convento nascosto sulle colline della Toscana. Nove mesi dopo le suore hanno dato alla luce i Miami Dolphins del 1972, l’unica squadra imbattuta nella storia del football professionistico.

giphy-69 via

Perché dai, è clamorosa. Punto.

 

2) Chuck Norris annega i pesci.

giphy-70 via

Perché è la prima che ho creato, e ancora mi sembra perfetta.

 

3) Chuck Norris ha contato fino a infinito. Due volte.

Chuck-norris-says via

Il classico dei classici.

 

4) Chuck Norris deve usare una controfigura nelle scene di pianto.

giphy-72 via

Mi piace molto perché è la verità.

 

5) I rubinetti in casa di Chuck Norris non perdono, vincono.

the-best-dodgeball-quotes-gifs-and-shops-632617 via

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)