On Air: il film su Marco Mazzoli e Lo Zoo di 105 non è ancora uscito, ma è già nella leggenda

Il film che racconta la storia di Marco Mazzoli e dello Zoo di 105 è oltre ogni immaginazione

Cinema
di Marco Villa facebook 18 marzo 2016 13:21
On Air: il film su Marco Mazzoli e Lo Zoo di 105 non è ancora uscito, ma è già nella leggenda

Attenzione, la notizia è grossa: non siamo nemmeno a fine marzo e probabilmente abbiamo già trovato il film dell’anno. No, Tarantino non c’entra e nemmeno i fratelli Coen. Per una volta possiamo essere orgogliosi di un prodotto Made in Italy. E no, non stiamo parlando nemmeno di Lo chiamavano Jeeg Robot. Stiamo parlando di On Air – Storia di un successo.

Non ne avete mai sentito parlare? Tranquilli, da oggi non lo dimenticherete. On Air è un film di Davide Simon Mazzoli, dedicato alla vita di Marco Mazzoli, testa e anima dello Zoo di 105, da anni uno dei programmi di maggior successo della radio italiana.

Già in queste tre righe ci sono argomenti sufficienti per sgranare gli occhi in un WTF di dimensioni piuttosto cosmiche. Primo fra tutti il fatto che la storia dello Zoo di 105 possa essere il soggetto di un film, secondo il fatto che possa esserlo anche la vita del suo creatore. E poi quell’altra cosa, la stranezza per cui protagonista e regista abbiano lo stesso cognome. Il motivo? Marco Mazzoli per fare il film ha chiamato suo cugino. Anzi: a suo cugino.

 

 

Tranquilli, però, non si tratta del tipico cugino che ti dice che qualsiasi lavoro lui l’avrebbe fatto meglio e con meno soldi. Davide Simon Mazzoli è uno che ha esordito in tv come valletto di Mike Bongiorno a 4 anni e che da tempo lavora tra tv e cinema. I due cugini negli hanno scritto due libri insieme, entrambi dedicati alla vita del Mazzoli più famoso, e ora sono passati al film.

On Air – Storia di un successo è il racconto di una formazione e di un riscatto, come spiegato con grande precisione nel clamoroso trailer e il film ha avuto una lavorazione particolare. Il Mazzoli regista vive negli USA ed è tornato a Milano solo per le riprese. Il montaggio, invece, l’ha fatto via Skype: “Considerate che io e la mia montatrice abbiamo montato tutto il film tramite Skype con lo schermo in condivisione”, racconta in un’intervista a StarsSystem.

Un’intervista preziosa, perché contiene grandi perle di saggezza: “appena finiti gli studi, ho iniziato a lavorare duramente, lanciandomi in sfide sempre più difficili: dapprima come scenografo per parchi di divertimento, poi scultore, capo progetto, capo cantiere, autore, sceneggiatore, regista e produttore. […] Il mio passato da scenografo mi porta a concepire ogni mio progetto come fosse una scultura. Inizio da una struttura di base, uno scheletro solido e ben congegnato che deve riuscire a sopportare il peso di tutto ciò che piano piano aggiungerò”. Nella stessa intervista, così come nei backstage, un continuo riferimento al diverso metodo di lavoro tra Italia e USA, affrontato con toni che ricordano da vicinissimo Stanis La Rochelle in Boris.

 

 

Nel cast, oltre a Mazzoli, anche un nome importante come Giancarlo Giannini e attori tutt’altro che sconosciuti come Marco Marzocca, storico collaboratore di Corrado Guzzanti, Chiara Francini e Fiammetta Cicogna, quest’ultima scelta senza casting dopo che si è presentata dal regista con due vassoi di cannoli (sempre la solita intervista). Oltre a loro, ovviamente, personaggi legati al mondo della radio come Claudio Cecchetto e figure del giro dello Zoo di 105.

La prima proiezione del film era prevista per il 17 marzo all’interno del Busto Arsizio Film Festival, ma è stata cancellata. Alcuni siti riportano come causa alcuni pagamenti arretrati alle maestranze del film, mentre organizzazione del festival e produzione del film si rimpallano scelte di sale più o meno grandi e liste di invitati troppo nutrite. Al di là del vero motivo, ci sembra tutto così perfettamente in linea con il trailer e i backstage con Up and Down come colonna sonora. Si chiama coerenza ed è un elemento che caratterizza tutti i grandi film. On Air – Storia di un successo uscirà incredibilmente in sala il 31 marzo, distribuito da Medusa. Non vediamo l’ora, perché quel trailer e questi backstage ci fanno davvero sognare.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)