Questi bambini possono davvero abbracciare il loro amico immaginario

È il progetto di un’agenzia londinese ed il risultato è a dir poco fantastico

Design
di Sandro Giorello facebook 9 febbraio 2016 12:20
Questi bambini possono davvero abbracciare il loro amico immaginario

Amico-immaginario mymodernmet.com/ - “Chloe the Girl” e la piccola Mable Brim

 

Stimolare l’immaginazione dei bambini è sempre cosa buona e giusta. Vi avevamo già parlato di The monster project, un collettivo texano che andava nelle scuole e trasformava gli scarabocchi dei bambini in disegni di mostri bellissimi al fine di fargli capire quanto la loro creatività fosse importante.

L’agenzia di comunicazione inglese AMV BBDO, si è spinta ben oltre. Ha coinvolto sessanta bambini in una serie di workshop e gli ha chiesto di disegnare il loro amico immaginario. Di questi, poi, l’agenzia ha scelto i disegni più interessanti e li ha affidati ad un super team che comprende Tsuneo Goda, il creatore della mascotte Domo Kun del canale giapponese NHK, lo studio Aardman, già al lavoro su Wallace and Gromit, Becky and Joe, gli autori del famoso cartone per il web Don’t Hug Me I’m Scared ed il fotografo Rankin.

 

ImaginaryFriend0 mymodernmet.com/ - “Swerl the Lion” e la piccola Eva Wood

 

Questo gruppo di artisti ha trasformato i disegni scelti in veri e propri giocattoli: un semplice schizzo in bianco e nero è diventato un dinosauro lungo più di due metri, una bambina con tre occhi ora è una bambola alta quasi quanto la bimba che l’ha inventata, e poi gatti, piccoli mostri e altri animali fantastici. Inutile dire che l’espressione dei bambini che abbracciano l’amico dei loro sogni è impagabile.

 

FONTE | mymodernmet.com

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)