In questi poster sono racchiusi tutti gli oggetti iconici dei film di Hayao Miyazaki

I film di Miyazaki sono fatti anche di preziosi dettagli, che ritrovate tutti in questi poster

Design
di Raffaele Portofino 1 marzo 2017 16:11
In questi poster sono racchiusi tutti gli oggetti iconici dei film di Hayao Miyazaki

 ufunk

Come sapete, amiamo i film dello Studio Ghibli, di Hayao Miyazaki e siamo molto felici che venga omaggiato nei modi più disparati. Stavolta vi presentiamo dei poster dell’artista Jordan Bolton, che ha ricreato con vari materiali gli oggetti più iconici dei film d’animazione del maestro giapponese.

Stavolta però non ci sono in bella mostra i protagonisti, bensì i dettagli, sempre curatissimi, che fanno dei film di Miyazaki dei capolavori senza tempo.

Il mio vicino Totoro (1988)

 Facebook

Il più iconico dei film di Miyazaki, quello che ha dato anche il logo allo Studio Ghibli, narra la storia di due sorelle, Satsuki e Mei, che si trasferiscono col padre in un paese di campagna per stare più vicini alla madre, ricoverata in ospedale e nello stato di frustrazione e di dolore in cui si trovano, vengono aiutati  e accuditi da esseri soprannaturali. Spiriti della natura come Totoro e il Gattobus, che insegneranno alle ragazze il rispetto per l’ambiente. Nel poster, tra le altre cose, le scarpe delle ragazze, i ventagli e nel centro l’ombrello della scena quando Satsuki aspetta l’autobus mentre piove e appare Totoro dietro di lei.

Compra | Etsy

 

La città incantata (2001)

 Facebook

Le avventure di Chihiro, una bambina di 10 anni che si introduce per errore con i genitori in una città abitata da spiriti e che vivrà un bel po’ di avventure straordinarie e surreali, tutto per salvare la mamma e il papà, trasformati in maiali da un sortilegio. Nel poster, insieme alle scarpe, ai ventagli e ai bastoni anche la maschera evanescente del Senza Volto, lo spirito che si attacca morbosamente a Chihiro durante il suo viaggio.

Compra | Etsy

 

Il castello errante di Howl (2004)

 Facebook

La storia di una ragazza, Sophie, che colpita da un sortilegio si trasforma in vecchia e scappa in uno strano castello mobile, abitato da Howl, un potente mago, il suo apprendista Markl e Calcifer, il demone del fuoco. Insieme vivranno meravigliose e pericolose avventure in molti mondi diversi, a seconda di dove decida di portarli il castello.  Nel poster, il bastone da passeggio di Sophie, la sua treccia di capelli bianchi, il suo cappello e il cerchio suddiviso in 4 colori che fa muovere il castello nei vari mondi.

Compra | Etsy

 

Principessa Mononoke (1997)

 Facebook

L’eterna lotta tra la natura e gli esseri umani, che stanno distruggendo il bosco per alimentare una ferriera in cui si producono armi. Forse il capolavoro assoluto di Miyazaki, tra spiriti della foresta e donne guerriere, che ha per protagonista San, una ragazza che non crede più negli uomini e vive come un animale, contrapposta ad Ashitaka, un giovane principe che in seguito alla maledizione di una bestia immonda, dovrà trovare la cura del morbo che altrimenti lo porterà alla morte. Nel poster, le armi e la maschera col collare di San, la vera principessa spettro (mononoke, appunto) che si batte per non far morire la natura per mano dell’uomo.

Compra | Etsy

COSA NE PENSI? (Sii gentile)