Besides Faith, l’incredibile fiera della religione nelle foto di Louis De Belle

Se volete aprire una chiesa, siete nel posto giusto: la più grande fiera liturgica d’Italia

Besides Faith, l’incredibile fiera della religione nelle foto di Louis De Belle

louis de belle koinè expo  Besides Faith ©Louis De Belle

 

Luigi di Bella è un fotografo italiano che vive e lavora a Berlino, opera con il nome d’arte Louis De Belle, e ha deciso di farsi un giro in una fiera molto particolare: Koinè Expo, un nome che vi dirà poco, ma è la più importante fiera religiosa d’Italia. Si svolge a Vicenza, e il nome completo di Koinè è “rassegna internazionale di arredi, oggetti liturgici, e componenti per l’edilizia di culto”. Basti questo a dare un’idea: e ha fatto bene, perché quello è un luogo incredibile.

C’è tutto per la vostra chiesa: serve un ostensorio? Un crocifisso enorme? Una statua della Madonna di qualunque dimensione? Un Padre Pio stampato laser? Un tabernacolo? Da Koinè c’è. La fiera è riservata agli addetti del settore, ma Louis è riuscito a farci un giro e a scattare le foto che trovate nella gallery qui sotto: che hanno composto la serie Besides Faith, recentemente esposta alla Harry Graf Kessler Kunsthalle di Weimar, in Germania.

 

 

Abbiamo contattato Louis per fargli qualche domanda su questo lavoro, finito anche sulla pagine di testate internazionali come il Washington Post.

Buongiorno Luigi, puoi presentarti ai lettori di Dailybest?
Nato a Milano, ho studiato al Politecnico di Milano e concluso da poco un Master in fotografia all’Università Bauhaus di Weimar. Vivo a Berlino.

Che cosa ti ha incuriosito del mondo di Koiné Expo?
Tutto. A partire dalla sola idea che esistesse una fiera religiosa. Mi interessava esplorare il backstage del mondo liturgico. Per giunta le mie fotografie hanno spesso a che fare con quello che Foucault definisce “eterotopia” e l’ambientazione della fiera è un non-luogo per eccellenza!

Il primo ricordo che hai dei giorni passati all’interno della fiera?
I veli delle suore e i medley di melodie liturgiche.

 

louis de belle koinè expo  Besides Faith ©Louis De Belle

 

Com’è stata l’esperienza di Besides Faith? Che cosa hai voluto raccontare?
Da un certo punto di vista è stata un’esperienza rivelatrice. Sono sempre stato affascinato dall’aspetto teatrale della religione (abbigliamento, oggetti, eccetera) ma non pensavo esistesse un business così florido (la BBC parla di un mercato da 5 miliardi di dollari solo in Italia!). Ho voluto raccontare il mio punto di vista, quello di un osservatore distaccato, interessato alla zona grigia tra sacro e profano e attento agli aspetti visivamente più insoliti.

Che tipo di persone si incontrano a una fiera di settore di quel tipo?
La fiera non è aperta al grande pubblico, quindi sostanzialmente è frequentata da una fervida mescolanza di suore, preti, personaggi del clero e operatori del settore.

Come hai approcciato i soggetti? Erano sospettosi o disponibili?
Sono stato accreditato come giornalista, il che mi ha permesso di avvicinare i soggetti senza difficoltà. Trattandosi di una fiera, gli operatori erano molto disponibili e ben contenti di essere fotografati per pubblicizzare i loro prodotti. Certo, il mio interesse era in realtà volto a sottolinearne un versante meno standard…

 

louis de belle koinè expo  Besides Faith ©Louis De Belle

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?
L’anno scorso ho lavorato con una collezione di tassidermia abbandonata (Failed Dioramas), quest’anno con la grande fiera religiosa (Besides Faith)… Difficile prevedere il prossimo progetto. In questo momento sono incuriosito dal mondo dell’illusionismo – che poi non è così distante da quello religioso.

 

louis de belle koinè expo  Besides Faith ©Louis De Belle

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)