Come funziona la presentazione del nuovo libro di Zerocalcare

La notte di lunedì 13 novembre a Roma e Milano, sarà possibile acquistare il nuovo libro di Zerocalcare, “Macerie Prime” con firma copie e sorprese

Fumetti
di Simone Stefanini facebook 8 novembre 2017 15:51
Come funziona la presentazione del nuovo libro di Zerocalcare

 

Macerie prime è il nuovo libro di Zerocalcare. Sarà il primo di due libri gemelli che usciranno a sei mesi di distanza. A maggio 2018 sarà la volta di Macerie prime – sei mesi dopo, che narrerà la storia dei personaggi dopo i sei mesi come da titolo.

Lunedì 13 novembre, in contemporanea a Roma e a Milano, Zerocalcare lo presenterà al pubblico. Non state in ansia però, Zerocalcare non ha guadagnato il dono dell’ubiquità come Padre Pio e non apparirà neanche in versione olografica proiettata da R2-D2 di Star Wars.

 

La copertina colorata da Alberto Madrigal  La copertina colorata da Alberto Madrigal

 

Ecco in breve come andrà: alle ore 21.00 le Feltrinelli di Piazza Piemonte a Milano e Via Appia a Roma riapriranno e da quel momento sarà possibile acquistare Macerie prime (edito da Bao Publishing)  in versione regular, con copertina colorata da Alberto Madrigal, sia in edizione variant da libreria , limitata a 5000 copie.

Zerocalcare sarà presente in carne e ossa a Milano e lì firmerà le copie al suo solito, accontentando tutti quelli che hanno preso il numerino per la fila, anche a costo di farci l’alba, e non è un modo di dire. I suoi firma copie sono famosi proprio per la sua proverbiale disponibilità a fare quelli che chiama “i disegnetti” sui libri di tutti i presenti, anche degli ultimi che hanno aspettato ore e ore in fila

A Roma saranno presenti Alberto Madrigal  e Nova. Il primo colorerà ad acquerello il cielo in un’edizione speciale a tiratura limitata di 500 copie numerate, disponibili solo quella sera.

 

 facebook

 

Nova invece ha realizzato un’irriverente recensione del nuovo libro in una tavola che sarà distribuita in formato 30 x 42 su cartoncino e che verrà firmata dall’autrice al momento. Chicca: Zerocalcare questa recensione non l’ha ancora letta, quindi dobbiamo aspettarci di tutto.

Abbiamo chiesto a Nova qualche informazione sugli eventi e ci ha detto: “Per ovvie ragioni, quello di Milano finirà con un afterone mortale in cui Zerocalcare finalmente passerà all’alcolismo da zero oppure tirerà le cuoia”

E ancora: “Mi hanno chiesto di fare una recensione del libro in una tavola e ne ho parlato esattamente come ne avevo già parlato con lui, ci prendiamo tantissimo per il culo.”

 

Un dialogo tra Nova e Zerocalcare illustrato da Nova Facebook - Un dialogo tra Nova e Zerocalcare illustrato da Nova

 

A questo punto la curiosità ha preso il sopravvento e ci siamo chiesti come si siano conosciuti.

“Io lo conoscevo già dai tempi del blog. Quando si è cominciato a parlare di lui io avevo la percezione che avesse sintetizzato un linguaggio universale, assolutamente perfetto. Tu vedi come sono io, parlo esclusivamente per metafore nerd del secolo scorso, e come me, tutti quelli con cui interagisco capiscono molto meglio un parallelo tra i Cavalieri dello Zodiaco che sei anni di psicanalisi. Quindi sono stata ultra fan da subito. Lo seguivo sul blog ma non ci eravamo mai parlati. Ci siamo incontrati dal vivo la prima volta a Milano, al MI AMI Festival. Per incredibili eventi che non ti sto a narrare, in realtà anche io stavo lavorando, ma i fumetti non c’entravano nulla; ero andata a spillare le birre perché volevo scroccarmi tre giorni di concerti gratis. Ci ha presentati Alessandro Baronciani (suo collega nonché mio prof all’Accademia di Belle Arti). E io ero molto felice in verità, quindi mossa da un istinto profondamente cavalleresco gli ho dato tutto quello che avevo in quel momento: una manciata di gettoni per le birre. CHE LUI MANCO BEVE. Però mi ha detto “grazie”, perché è un buono. E su questa frattura incolmabile è nata la nostra amicizia. Considera che siamo due persone profondamente diverse nonostante il modo di esprimerci sia molto simile, quindi ci capiamo al volo, ci confrontiamo, ma ci diamo solo gettoni che l’altro non sa che cazzo farsene.”

E su questa metafora urbana bellissima, vi invitiamo ad avere un sacco di pazienza e a mettervi in fila per i firma copie di Zerocalcare e dei suoi ospiti a Roma e a Milano.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)