Light Tales, le nuove lampade di Ale Giorgini dedicate al mondo delle fiabe

Dopo Mobi, tre nuove lampade di Ale Giorgini dedicate allo Stregatto, ai Tre Porcellini e all’Uomo di Latta

Gadget
di Marco Villa facebook 7 novembre 2017 16:30
Light Tales, le nuove lampade di Ale Giorgini dedicate al mondo delle fiabe

Dopo Mobi, tre nuove lampade di Ale Giorgini dedicate allo Stregatto, ai Tre Porcellini e all'Uomo di Latta: nuove fiabe che si illuminano

 

Un’idea semplicemente perfetta: solo così si può definire Mobi, la lampada creata lo scorso anno da Ale Giorgini. Quando è spenta sembra una semplice lampada a forma di balena, ma quando si accende si scopre che al suo interno c’è anche Pinocchio, un omaggio a una delle avventure del burattino senza fili creato da Collodi.

18 mesi dopo, oggi sono state presentate altre tre lampade di Ale Giorgini, che si muovono lungo la stessa ispirazione, ovvero il mondo delle fiabe accostato al giochino vedo-non vedo dato dall’accensione e dallo spegnimento della luce.

Dopo Mobi, ovvero Pinocchio nella balena, nelle nuove lampade di Ale Giorgini i protagonisti arrivano da storie altrettanto iconiche: ci sono i Tre Porcellini, rinchiusi dentro la casa dove cercano di rifugiarsi per sfuggire al lupo; c’è lo Stregatto di Alice nel Paese delle Meraviglie che appare e scompare tra i rami di un albero esattamente come succede davanti agli occhi della protagonista della fiaba di Lewis Carrol; infine c’è l’uomo di latta dal Mago di Oz, al cui interno si illumina un cuore umano.

 

Le nuove lampade fanno parte della collezione Light Tales, letteralmente Fiabe di Luce, di MyYour Design in collaborazione con lo studio BrogliatoTraverso. Per informazioni sulle lampade, sull’acquisto e la distribuzione, l’indirizzo di riferimento è mobi@alegiorgini.com

Le lampade per Ale Giorgini sono un progetto relativamente nuovo: prima di arrivare a questo prodotto, Giorgini infatti è diventato celebre come illustratore, per uno stile molto essenziale, caratterizzato da composizioni nette e chiare. La cultura pop è stata fin da subito al centro del suo lavoro, con illustrazioni che erano mash-up di vari film: quello di fantasia non si tratta però dell’unica fonte di ispirazione dei lavori di Ale Giorgini. Quest’estate, infatti, ha realizzato bellissime cartoline illustrate dai luoghi in cui si trovava in vacanza, sempre caratterizzate dal suo stile unico.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)