Finalmente in vendita le Nike che si allacciano da sole di Ritorno al Futuro

Il 15 ottobre 2015 torniamo al futuro con le scarpe autoallaccianti. E anche l’hoverboard è in arrivo

Gadget
di Simone Stefanini facebook 14 settembre 2015 11:42
Finalmente in vendita le Nike che si allacciano da sole di Ritorno al Futuro

nike ritorno al futuro Wired - Le Nike Air MAG in tutto il loro splendore

 

Ecco un altro caso in cui la vita imita il cinema e non il contrario: vi ricordate la data esatta in cui Marty McFly, Jennifer e Doc vanno nel futuro con la DeLorean in “Ritorno al Futuro 2?”? Vi aiutiamo, è mercoledì 21 ottobre 2015. Esatto ragazzi, siamo quasi nel futuro.

Tra le varie innovazioni pazze che trovano, a parte le auto volanti e i profetici negozi retrò a tema anni ’80 (dei quali oggi ogni città è realmente provvista), l’assurda moda del tirarsi le tasche fuori dai pantaloni, le videochiamate (Skype anyone?), i fax in ogni casa, lo skate fluttuante e gli abiti che si adattano automaticamente alla tua taglia. Di internet nemmeno l’ombra. Manca qualcosa? Certo: le Nike che si allacciano da sole.

 

 

Quelle calzature fantascientifiche che in realtà somigliano agli scarponi da sci, sono già nel film sono brandizzate col marchio Nike, quindi va da sé che, nel caso fossero state davvero prodotte, la Nike avrebbe avuto la corsia preferenziale per realizzarne un paio vendibile non solo su eBay ai cacciatori di memorabilia del film, ma nei normali negozi di articoli sportivi. E saranno in vendita dal 15 ottobre, quindi tra un mese esatto.

Il creatore di tale meraviglia, Tinker Hatfield, ha annunciato che le scarpe coi power lacci saranno nei negozi prima della fine dell’anno e l’agenzia pubblicitaria Wieden + Kennedy, nella figura del suo portavoce Max Erdenberger ha twittato questa foto:

 

 

Si chiameranno Nike Air MAG e avranno una batteria in grado di allacciarle automaticamente, in modo che siano perfettamente aderenti al piede. Chissà se il brand assocerà la loro vendita alla Michael J. Fox Foundation per la ricerca sul Morbo di Parkinson (malattia che ha colpito Michael J. Fox nel 1991), come già accadde per il prototipo del 2011 venduto in edizione limitata a 1500 paia?

 

 

In quel caso, la batteria durava 4 ore per ogni ricarica, praticamente come un nuovo iPhone dopo tre mesi di utilizzo: avranno fatto di meglio con il nuovo modello?

Per prepararsi come si deve all’evento di ottobre, la Nike nel 2011 girò anche una pubblicità con Christopher Lloyd (che nel film interpreta Doc)

 

 

Non siamo ancora in grado di dirvi il prezzo esatto, ma siamo sicuri che le Nike MAG saranno costosissime e vendutissime. Per la moda delle tasche fuori dai pantaloni, ecco, magari aspettiamo ancora un po’.

E lo skate volante? Tranquilli, anche lui è in produzione e sta per diventare il sogno di milioni di giovani (e di adulti che lo sognano dagli anni ’80, con conseguenze devastanti). Lo sta realizzando la Lexus, si chiama Slide e sembra che non sia per niente facile farci i trick. Anche gli skater più bravi ci cadono come dei bambini.

 

 

Qui sotto invece Tony Hawk, il più famoso skater del mondo, prova il primo vero hoverboard, una tavola prodotta dalla Hendo che vola grazie a dei getti d’aria al posto delle ruote. Sembra vada un po’ perfezionata però il suono che fa è decisamente interessante. Per i trick, sembra che anche qui ci voglia un po’ di tempo in più.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)