Call of Salveenee, il videogame con Salvini protagonista (finché non lo chiudono)

Geek
di Marta Blumi Tripodi 26 agosto 2015 13:09
Call of Salveenee, il videogame con Salvini protagonista (finché non lo chiudono)

callofsalveenee

Mollate subito Call of Duty, abbandonate Skyrim, rinunciate a PES e correte immediatamente a finanziare Call of Salveenee – Alla ricerca dei Marò, il nostro videogioco preferito del 2015. Il protagonista è un “eroe padano” di nome Salveenee – che strana coincidenza, vero? – che, munito di cravatta verde, deve sfidare e lanciare ruspe contro cattivi come Zingherello, Terrone, Azziz, per liberare i due marò ostaggi.

Il gioco è in fase di sviluppo (potete informarvi su come procede da qui) ma anche in questo caso gli eroi reali del gioco, in particolare il suo creatore, devono battere dei pericolosissimi nemici per portare a termine la missione: l’eurodeputato leghista Buonanno, che pare abbia deciso di querelarlo e di chiedergli i danni per 500.000 euro in quanto si tratta di “incitamento all’odio”. Il creatore, il pisano Marco Alfieri, si limita a replicare: “Non c’è alcuna volontà di offendere nessuno, è solo satira. Avrei potuto tranquillamente ideare un gioco con Matteo Renzi che ‘spara’ banconote da 80 euro o Beppe Grillo che lancia stampanti in 3D”. Speriamo quindi in un seguito con protagonisti Renzee e Greello, oltre che Salveenee. Ah, a proposito, ecco il trailer del gioco:

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)