Le pubblicità vintage contrarie al voto delle donne

Guardando queste immagini si capisce quanto gli uomini del tempo fossero terrorizzati dalle donne

Geek
di Marco Villa facebook 10 dicembre 2014 17:39
Le pubblicità vintage contrarie al voto delle donne

In Italia ci siamo arrivati al termine della Seconda guerra mondiale, i nostri vicini svizzeri nel 1971. Stiamo parlando del suffragio femminile, ovvero del diritto di voto esteso anche alle donne. Oggi diamo per scontato che sia così, ma per raggiungere il diritto al voto, le donne dovettero lottare e manifestare a lungo. E anche sopportare chi non voleva concedere loro questo diritto.

Non esattamente degli uomini illuminati, ma senz’altro dotati di mezzi finanziari e politici non da poco. Una dimostrazione? Questa raccolta di poster e vignette risalenti alla fine dell’800 e provenienti da Inghilterra e Stati Uniti. Si va da quelle divertenti a quelle ricattatorie, ma il messaggio resta sempre uno: la donna deve stare a casa.

Un altro aspetto interessante che emerge è il terrore degli uomini: in molti di questi poster si vedono mariti che non possono più uscire di casa, costretti a badare alle faccende domestiche mentre le donne si divertono. Come dire: occhio che se le donne prendono un po’ di potere, siamo rovinati. A suo modo, una manifestazione di inferiorità.

FONTE | Messynessychic

Si inizia con una vignetta in cui si promettono mariti per le vecchie cameriere (ritratte in modo poco lusinghiero)

704x466xsuffrage11.jpg.pagespeed.ic.HusAFNLI90v-jwWZ5nmU

 

 

Le suffragette contro la municipale

703x460xsuffrage6.jpg.pagespeed.ic.0SkpsBSST9A9JYo1p2c0

 

Qui la faccenda si fa ancora più pesante: in Inghilterra alcune suffragette fecero lo sciopero della fame e vennero costrette all’alimentazione forzata. L’ICWT dovrebbe essere l’International Council of Women.

704x467xsuffrage8.jpg.pagespeed.ic.EYSfZeS4Z05vBU0Urcmf

 

 

Un futuro in cui la politica è dominata dalle donne (di nuovo: si dava per scontato che le donne si sarebbero prese tutto)

703x466xsuffrage9.jpg.pagespeed.ic.9rL6iRPcZvUNolHC2MQj

 

 

Uomini inetti contro donne determinatissime

704x466xsuffrage10.jpg.pagespeed.ic.1xzeQ1RnWXubPm-Vgvwk

 

 

Si inizia con la serie: uomini con figli mentre le mogli degeneri sono chissà dove

537x856xsuffrage24.jpeg.pagespeed.ic.bb8dhf1tEnACZ39VF3g5

 

 

Il ricatto e la vergogna: mamma è una suffragetta

595x964xmummy.jpeg.pagespeed.ic.WwPpjCMbsTmVkTDVhRKM

 

 

“WOW, un paio di pantaloni! Che occasione imperdibile per togliere potere agli uomini!”

600x943xsuffrage28.jpeg.pagespeed.ic.d9dn5uLHfux9X34Kk8Zl

 

 

“Mia moglie si è unita alle suffragette”. E quindi la sua vita è finita. Che paura questi uomini!

509x820xsuffrage1.jpeg.pagespeed.ic.hYqsImcSXcJqHQ91L6r7

 

 

Mentre le donne fumano, giocano a carte e mangiano cioccolato, un uomo (cinese?) si occupa dei bambini e del bucato

794x493xsuggragette.jpg.pagespeed.ic.qEIOJlxmO4X20_5zaiJe

 

 

Un grande classico senza tempo: il modo più facile con cui le suffragette ottengono un voto

482x771xsuffrage3.jpeg.pagespeed.ic.4UhLRp6xI0ufh7pslb39

 

 

“Vorrei votare, ma mia moglie non me lo permette”

502x799xsuffrage11.jpeg.pagespeed.ic.fv9mjweMDZSn19o9aybB

 

 

E infine un altro grande classico, la versione primo-novecentesca del contemporaneo “dovrebbe scopare di più”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)