Twittare, ma via piccione viaggiatore: provaci anche tu!

Geek
di Marta Blumi Tripodi 18 giugno 2013 12:13
Twittare, ma via piccione viaggiatore: provaci anche tu!

Pigeon_1

Che cos’hanno in comune l’uccellino di Twitter e un piccione viaggiatore, a parte due zampe, due ali e un becco? Un sacco di cose, grazie a una compagnia di telefonia mobile svedese che ha lanciato la campagna virale più geniale del secolo.

In sostanza la società in questione, chiamata Fogg, si è procurata qualche centinaio di piccioni viaggiatori allevati per percorrere lunghe distanze (quelli che si usavano durante la guerra, per intenderci). Sono addestrati a tornare tutti a Malmö, in Svezia, e sul dorso portano una specie di zainetto munito di microchip, gps e soprattutto di una sim in grado di twittare. Entrando nel sito della Fogg si può scegliere la nazione da cui far partire il piccione e inserire un messaggio da 160 caratteri da affidargli: il giorno dopo verrà liberato e volerà verso Malmö. Il vostro tweet verrà pubblicato sul vostro profilo solo quando il piccione giungerà a destinazione, sano e salvo. Per seguire il volo dei vostri amici pennuti, l’hashtag è #beyondborders.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)