I più grandi architetti del mondo diventano street artist nelle illustrazioni di Federico Babina

Torna il designer illustratore con una serie di poster che uniscono la storia dell’architettura con quella delle tag e dei graffiti

Illustrazione
di Simone Stefanini facebook 21 gennaio 2016 15:44
I più grandi architetti del mondo diventano street artist nelle illustrazioni di Federico Babina

babina Federico Babina

 

I lavori di Federico Babina, di professione illustratore e architetto, ci sono sempre piaciuti. Sia che si tratti delle case disegnate dai più grandi registi cinematografici oppure degli edifici più belli nei film di culto. Lo abbiamo anche intervistato per saperne di più sul processo creativo che intercorre tra il disegno pop e le geometrie dell’architettura.

Tutte le volte però i suoi poster ci spiazzano e ci fanno riflettere. La sua ultima serie riguarda i muri dei palazzi taggati dai loro stessi architetti, come se fossero moderni street artist.

Il mash up tra due epoche, quella dei grandi progettisti e la contemporaneità degli artisti dei graffiti che decorano la città o che lanciano un messaggio attraverso le proprie scritte.

I suoi nuovi lavori infatti mostrano la porzione orizzontale di un muro, l’ombra di un signore del tempo che ci passa davanti e che guarda la scritta fatta a bomboletta dall’architetto. Renzo Piano, Frank O. Gehry, Richard Meier, Frank Lloyd Wright e tutti gli altri, che potete vedere interamente nella galleria qui sotto.

Per Babina il muro è la pelle dell’architettura, l’archetipo, la protezione, la barriera, la mediazione, il guscio e la sintesi della ricerca formale e tecnica.  Dice“Adoro leggere il passaggio del tempo attraverso le rughe e le pieghe delle mura, che demarcano la maturazione dell’architettura.” 

 

 Federico Babina

 

Di nuovo una lezione di stile e di sintesi dall’architetto italiano ormai prestato in pianta stabile all’illustrazione e un trait d’union ideale tra due arti, quella del disegnare la città tramiti i propri edifici e quella del lasciare un marchio sugli edifici stessi. Due arti lontanissime che non sono mai state così vicine.

 

 Federico Babina

 

FONTE | designboom

COSA NE PENSI? (Sii gentile)