7 regole per spiegare i soldi a tuo figlio

Come si fa a spiegare ai propri figli il significato del denaro? Soprattutto in questo periodo storico dove investire è difficile e mai completamente senza rischi, riuscire a spiegare il valore dei soldi ai propri figli è già di per sé un buon investimento per il loro futuro.

Famiglia
di Giulio Pons facebook 19 marzo 2012 08:31
7 regole per spiegare i soldi a tuo figlio

Come si fa a spiegare ai propri figli il significato del denaro? Soprattutto in questo periodo storico dove investire è difficile e mai completamente senza rischi, riuscire a spiegare il valore dei soldi ai propri figli è già di per sé un buon investimento per il loro futuro.

Ecco alcune regole liberamente tradotte dal blog  Bankaroo (che è anche una app per iPhone, una banca virtuale per gestire i soldi dei tuoi figli):

1) date ai bambini qualche modo per guadagnare: quando un genitore fornisce a un bambino un lavoro, gli dà il mezzo per otterene il denaro e il bamabino comincia  a capire quanto lavoro equivale a quanto denaro. Potete all’inizio introdurre il denaro come ricompensa per lavori molto semplici, come mettere a posto i giocattoli e magari, per i più piccoli, invece del denaro potete utilizzare degli adesivi come ricompensa. Se i bimbi sono più grandi potete dare compiti più avanzati, sparecchiare, lavare i piatti, piegare la biancheria e pagarli per questo.

2) insegnategli a spendere fissando degli obiettivi: insegnate ai bambini non solo a mettere da parte i soldi, ma anche a spenderli per acqusitare qualcosa di desiderato. Se i soldi sono solo da risparmiare perdono il loro significato e agli occhi dei bambini perdono interesse. Cercate di spiegargli che una parte dei soldi va anche spesa per mantere le cose che ha intorno a sè, per ciò che è  necessario, introducendo una specie di concetto di “ricarica” per le cose di tutti i giorni.

3) dagli controllo su una parte dei suoi soldi: lascia che abbia un certo controllo su una parte del suo bilancio, permettendogli di spendere come vuole una parte dei suoi soldi, gli insegnerai così che può scegliere liberamente e vedrà le conseguenze delle sue scelte,

4) insegnagli che la carta di credito rappresenta il denaro, ma non è il denaro:  certe volte i bambini vedendo che i genitori comprano con una carta o con un  bancomat, pensano che il denaro sia gratis. Bisogna invece spiegargli la tecnologia che c’è dietro. Anche se questi meccanismi sono complessi si può introdurre il concetto di deposito e prelievo e si può dire loro che è più sicuro rispetto a portarsi dietro i soldi, che si possono perdere.

5) insegnagli a confrontare i prezzi e a scegliere le offerte più vantaggiose: per i bambini è utile imparare che lo stesso prodotto può avere prezzi diversi da un negozio con l’altro, che ci sono delle offerte e che certe volte per comprare delle cose conviene aspettare il momento più opportuno o andare da un’altra parte. Possono così capire alcune dinamiche di sconto e possono capire il concetto di convenienza.

6) parla spesso del denaro: non avere paura di parlare dei soldi, perchè così mostri ai tuoi figli che è un argomento importante, senza tabù.

7) digli di no: questo probabilmente è l’insegnamento più importante, ogni volta che dici di no a tuo figlio gli insegni che ci sono delle priorità e che cosa è necessario e cosa è superfluo.

 

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)