Da Pirandello a Calvino, i più grandi scrittori italiani del Novecento su YouTube

I più grandi scrittori e poeti del Novecento italiano nelle loro rare apparizioni televisive

Libri
di Simone Stefanini facebook 6 novembre 2017 16:34
Da Pirandello a Calvino, i più grandi scrittori italiani del Novecento su YouTube

Italo Calvino durante un’intervista  Italo Calvino durante un’intervista

 

Ci sono alcuni nomi che nella cultura generale sono legati indissolubilmente ai tempi della scuola. I poeti e gli scrittori del Novecento ad esempio, quelli che siamo soliti figurarceli coi baffi a manubrio nelle foto ingiallite dagli anni, di cui abbiamo letto più libri senza conoscerne il volto o avendo visto solo qualche immagine iconica. Quelli che poi, tolti i retaggi ottocenteschi, sono diventati vecchi saggi durante gli anni in cui nasceva la televisione in Italia.

Oggi è facile associare il lavoro di uno scrittore al suo volto: firmacopie, presentazioni, ospitate in tv, conferenze e convegni ce lo propongono in ogni salsa, ma questa prassi è un frutto della modernità; prima questa opportunità di vicinanza allo scrittore, al poeta, non c’era proprio.

In uno dei nostri giri immensi su YouTube, ci siamo imbattuti in un’intervista di Pier Paolo Pasolini a Giuseppe Ungaretti e ne siamo rimasti totalmente rapiti. Due intellettuali così incredibilmente potenti a confronto, nello stesso spazio che di solito viene occupato da tutorial di make up o video di animali buffi, ci ha convinto a fare una ricerca per trovare le interviste dei più grandi scrittori e poeti del ‘900, solo per sentirli parlare e rimanere affascinati dal suono della loro voce e dalle loro parole mai banali.

Non ringraziateci, ma prometteteci che ogni tanto, tra un gattino e un ragazzo che cade dallo skate, vi soffermerete a sentirli parlare ancora.

 

Luigi Pirandello (1867 – 1936)

Un video rarissimo in cui Pirandello salutala tv francese dopo aver vinto il Premio Nobel nel 1934.

 

Gabriele D’Annunzio (1863 – 1938)

Il Vate al Vittoriale, la sua residenza storica, mentre scherza con gli avventori e recita Dante.

 

Elio Vittorini (1908 – 1966)

Vittorini racconta la propria vita in questo documentario in tv.

 

Umberto Saba (1883 – 1957)

Tratto dal documentario “L’amoroso Spina” del 1954, l’unica apparizione tv di Saba.

 

Ignazio Silone (1900 – 1978)

Silone parla dell’Abruzzo in relazione alla religione in questa trasmissione Rai.

 

Giuseppe Ungaretti (1888 – 1970)

Tratto da Incontro con Giuseppe Ungaretti del 1961. Il poeta parla delle sue origini e di come ha iniziato a scrivere.

 

Salvatore Quasimodo (1901 – 1968)

L’intervista a Quasimodo, nella quale l’ambasciatore svedese lo informa di aver vinto il Premio Nobel per la letteratura.

 

Eugenio Montale (1896 – 1981)

Montale intervistato per la rubrica “Arte e Scienza” del 1959, parla di poesia e prosa.

 

Carlo Cassola (1917 – 1987)

L’autore parla della stanchezza del pubblico rispetto alla letteratura della crisi, quella del dopoguerra.

 

Dino Buzzati (1906 – 1972)

Tratto da Incontro con Buzzati, 1962. Parla dell’arte, del fumetto e della sua professione di giornalista in relazione a quella di scrittore.

 

Gianni Rodari (1920 – 1980)

Da Studio Aperto (Rai) del 1975, una rara intervista allo scrittore e pedagogista Rodari.

 

Italo Calvino (1923 – 1985)

L’intero documentario “Italo Calvino, un uomo invisibile” girato a Parigi da Nereo Rapetti nel 1974.

 

Carlo Emilio Gadda (1893 – 1973)

Gadda intervistato da Ripa di Meana e Roscioni in “Sulla scena della vita” del 1972.

 

Primo Levi (1919 – 1987)

Levi parla della guerra, intervistato da Lucia Borgia in “Rifarsi una vita” del 1984.

 

Alberto Moravia (1907 – 1990)

Una serie di interviste televisive di Alberto Moravia.

 

Leonardo Sciascia (1921 – 1989)

Sciascia usa la Sicilia come metafora, in questa intervista televisiva.

 

Pier Paolo Pasolini (1922 – 1975)

Pasolini e i suoi pensieri illuminanti sulla società dei consumi.

 

Pasolini intervista Ungaretti

Tratto da “Comizi d’amore” (1964), Pasolini e Ungaretti parlano di omosessualità.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)