Ashi Dashi. Chi dice che le calze sono noiose?

Must
di Stefano Disastro facebook 15 settembre 2011 11:53
Ashi Dashi. Chi dice che le calze sono noiose?

Per la serie: “idee contro la crisi + Sono Pazzi Questi Americani”

Nel 2007, in un imprecisato punto degli Stati Uniti, come hobby per combattere l’omologazione e la mancanza di calze che rispondessero al proprio gusto, seguendo il sano protocollo DIY, Ken inizia a girare x piccole industrie manifatturiere per autoprodursi calze ‘che rispondessero al proprio gusto’. Nel giro di appena un anno le richieste da parte di famigliari e amici aumentano parecchio (d’altronde come dar loro torto di fronte a simili chicche??). Ken decide allora di iniziare a far “sul serio” e, nel 2008, lancia Ashi Dashi su bigcartel.

Ora, non stiamo certo parlando di business miliardari (d’altronde, secondo le teorie più in voga tra le elite rivoluzionarie da salotto, le masse sono insensibili alla bellezza di default no?), però è tutto fatto con candore, sana pazzia (le avete viste le calze pancetta??) ed onestà. Come scrive Ken

We can’t really compete with the prices some of the other well known designer brands but we do our best to try to design a unique and quality product that you’ll be proud to wear or give as a unique gift to that special someone in your life.

Come dire: una volta avevi i cassetti pieni di calze coi disegnini strani, ben prima di H&M (e anche con H&M ci hai dato dentro mica da ridere). Poi uno invecchia, le calze continua a sbagliare ad abbinarle, ne porta 2 di colore diverso pescandole a caso dall’armadio, solo che è l’armadio a non contenere più calze bizzare ma tinta unita (ok, di tanti colori diversi), etcetc

Ma per te che sei (ancora) giovane, per te che non hai paura di niente (nemmeno del senso del ridicolo), le tue nuove calze al modico prezzo di 12$ al paio qui
(mi spiace, quelle ‘hotdog’ e quelle ‘legno’ sono scandalosamente sold out)



COSA NE PENSI? (Sii gentile)