E’ arrivato l’iPhone 5, quello che c’è da sapere

Must
di Giulio Pons facebook 12 settembre 2012 23:44
E’ arrivato l’iPhone 5, quello che c’è da sapere

20120913-004821.jpg

…e alla fine eccolo qui, com’è? Più lungo. Sì, a prima vista sembra soprattutto più lungo, più sottile e più leggero.

Poi c’ha dentro un nuovo processore il cui nome in codice è A6, che lo rende molto più veloce.

Lo schermo è più grosso, appunto più lungo, direi che è successo come quando dalla tv normale si è passati a quella 16:9. Luminosissimo.

20120913-004841.jpg

Promette di navigare su internet molto più velocemente grazie anche al supporto della tecnologia LTE (Long Term Evolution), che però in Italia non è ancora supportata, ma che consente di collegarsi a qualunque rete telefonica (più) veloce a livello mondiale. Insomma è troppo avanti per noi italiani.

20120913-004900.jpg

E’ cambiato il connettore per ricaricarlo e/o collegarlo al computer, ora si chiama Lightning ed è più piccolo e non ha un verso obbligatorio per inserirlo. Se hai un vecchio dock con lo spinotto grosso c’è un adattatore che dovrai utilizzare per non buttare via i tuoi vecchi accessori e costerà 29$. Questo:

20120913-005711.jpg

La batteria dura di più e lo schermo è più luminoso (queste due affermazioni sembrano in contraddizione). Per la durata della batteria si parla, se è vero, di 8 ore di autonomia per telefonata su rete 3G, 8 ore di navigazione LTE, 10 ore di resistenza sulla navigazione connesso a rete Wi-Fi, 30 ore di resistenza a visualizzare video e 225 ore di resistenza in standby.

La macchina fotografica ha una risoluzione di 8 mega pixel (risoluzione 3264 x 2448 pixel), un filtro infrarossi e una rispettabile lente con apertura f/2.4. Lo scatto è più veloce (ma quando fai le foto non è mai abbastanza). E’ stata migliorata anche la telecamera frontale ed è stato aggiunto il riconoscimento dei volti anche nei video.

20120913-004851.jpg
L’audio e gli auricolari, detti earPods, sono stati migliorati. Ora ci sono tre microfoni che vengono utilizzati anche durante le chiamate e c’è un sistema automatico per la riduzione del rumore, così le chiamate e l’audio ripreso saranno più puliti e più chiari.

In pratica sono migliorate tutte le singole caratteristiche dell’iPhone 4s, ma non sembra una vera rivoluzione, ok, resta il re degli smartphone, ma mancano tutte le fantasie dei rumors, tipo il display con ologramma o la tastiera virtuale proiettata, o la spada laser o il teletrasporto insomma.

Sarà disponibile in Italia dal 28 settembre e ci saranno tre varianti 16/32/64 GB con prezzi rispettivamente di 659 Euro, 739 Euro e 849 Euro.

Questo è il confronto a colpo d’occhio con l’iPhone 4:

20120913-004807.jpg

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)