Man Repeller: il fashion blog che insegna a vestire peggio

Must
di Marta Blumi Tripodi 17 settembre 2012 11:02
Man Repeller: il fashion blog che insegna a vestire peggio

Negli ultimi anni si è riscontrato un vero e proprio boom di fashion blog di ogni tipo. La maggior parte dei quali sembra avere come missione quella di minare l’autostima delle donne normali, che difficilmente hanno occasione di passeggiare alle tre del pomeriggio in tutù e tacco 12 e, anche se potessero, non starebbero altrettanto bene. Fortunatamente esiste anche The Man Repeller (letteralmente, “la respingi-uomini”), ad opera della newyorkese Leandra Medine, che rivendica l’orgoglio di chi non azzecca un abbinamento neanche per sbaglio.

Geniale e irriverente, il blog funziona come tutti i suoi simili: Leandra vaga per Manhattan indossando una serie di outfit di sua invenzione, con un fotografo al seguito che la ritrae in varie situazioni. La differenza fondamentale sta proprio negli abiti, che sono selezionati appositamente per essere brutti che più brutti non si può. Hanno tutti i difetti del mondo: sono kitsch, vestono male, sono abbinati a caso, i colori fanno a pugni, non sono mai adatti all’occasione e, soprattutto, levano all’altro sesso ogni residua voglia di saltarvi addosso. A quanto pare, però, le giornaliste di moda adorano, tanto che Leandra è ormai invitata a tutte le sfilate e ha perfino aperto uno shop online in cui è possibile acquistare alcuni dei capi che propone.

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)