Sony, ecco HMZ-T1: Home Theater per aspiranti Cyclops e Geordi La Forge

Must
di Stefano Yamato 31 agosto 2011 19:12
Sony, ecco HMZ-T1: Home Theater per aspiranti Cyclops e Geordi La Forge

X-Men Cyclops

Geordi La Forge è l’ingegnere capo dell’astronave Enterprise D ed uno dei principali protagonisti della serie Star Trek – The Next Generation. Interpretato dall’attore LeVar Burton, La Forge è cieco fin dalla nascita, ma grazie ai progressi della tecnologia riesce a vedere attraverso un’avanzata protesi chiamata Visore, un congegno che gli conferisce una visione tutta sua del mondo reale.

Cyclops è il nome d’arte di Scott Summer, ovvero il leader degli X-Men, il team di supereroi mutanti del ‘universo Marvel. Cyclops emette un potentissimo ed incontrollabile raggio d’energia dagli occhi, tanto da essere costretto ad indossare costantemente un Visore capace di contenere la sua forza distruttiva nella vita di tutti i giorni, liberandola solo in battaglia.

Due eroi diversi, usciti dalla mente di Gene Roddenberry (autore di Star Trek) e Stan Lee (X-Men) uniti da un destino comune: indossare un Visore tutto il giorno per sbarcare il lunario.

E, come spesso accade, la fantascienza diventa spunto per prodotti di largo consumo. La Sony sta infatti per lanciare in Giappone un Home Theatre piuttosto particolare. Il suo nome è HMZ-T1, un visore 3D che monta due display OLED a risoluzione 1280×720 OLED displays, montati in modo da creare uno schermo virtuale da 750 pollici da indossare come un paio di occhiali. Secondo la Sony l’esperienza è la stessa di un posto centrale a 20 metri dallo schermo in una moderna sala cinematografica. Con la differenza che anche muovendo la testa, lo schermo resterà perfettamente allineato con la retina e nessuno potrà passarvi davanti con i pop corn.

Il suo costo è di 60.000 YEN, circa 450 euro.  Decisamente meno di un televisore 3D. In attesa che facciano direttamente le cine-lenti a contatto, ci si può fare un pensiero per isolarsi dal mondo.

 

Sony-hmz1 headset panoramico

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)