L’Isola d’Elba è bellissima anche d’autunno

L’isola d’Elba è, al contrario di altre località turistiche, un luogo da vivere 365 giorni l’anno

Viaggi
di Edoardo De Martinis 24 ottobre 2017 10:07
L’Isola d’Elba è bellissima anche d’autunno

 

L’Isola d’Elba è un luogo ameno, una perla nel mezzo del Mar Tirreno, capace di attrarre ogni anno sempre più turisti, grazie alle sue bellissime spiagge di svariate tipologie e alla sua ospitalità. La bellezza dell’isola, però, non si limita alle stagioni soleggiate, ma si può ritrovare anche nella stagione invernale, grazie al suo territorio vario e talvolta inesplorato durante il resto dell’anno.

 

Alcuni luoghi sono più inflazionati di altri, soprattutto verso la parte orientale dell’isola, quella di Portoferraio e Capoliveri. Un po’ meno conosciuta è la parte occidentale dell’isola, quella più selvaggia e meno modaiola.

 

Un post condiviso da Roberto Salvarelli (@robsalva) in data:

I panorami in questa parte dell’isola sono mozzafiato: percorrendo le strade panoramiche anni ’60 che collegano Marina di Campo con Marciana Marina, le viste sono impagabili, sia guardando il mare, ma anche girandosi e osservando la natura alle proprie spalle. Un saliscendi tra paesaggi di montagna e di mare, tra natura incontaminata e spiagge affollate.

 

Un post condiviso da Kat von P (@opus_diaboli) in data:

L’Isola d’Elba non è soltanto un luogo “estivo“, ma da vivere tutto l’anno, attraverso passeggiate sui rilievi, o uscite in bici per scoprire i punti sperduti e intatti. L’imponente promontorio di granito che svetta da Marciana Marina è ancor più incantevole quando il vento soffia e il freddo comincia a farsi sentire.

 

Proprio in questo periodo di fine ottobre, tempo permettendo, i più fortunati possono permettersi l’ultimo bagno dell’anno, oppure concentrarsi sulla buona tavola (siamo pur sempre in Toscana!), gustandosi lo stoccafisso alla riese, accompagnato da acciughe, cipolla, pomodori, basilico, peperoni, olive, pinoli e capperi. La preparazione è parecchio lunga, ma ne vale la pena per l’assaggio. Oppure il gurguglione, un piatto a base di verdure, o ancora il più classico cacciucco.

 

Foto di Stiller Beobachter via <a href="https://www.flickr.com/photos/a-herzog/15198326137/" rel="nofollow">Flickr</a>  Foto di Stiller Beobachter via Flickr

 

Insomma, l’Isola d’Elba va vissuta tutto l’anno (particolare non scontato, visto che molte altre località turistiche diventano tristemente vuote durante le stagioni più fredde), perché propone spiagge da sogno e passeggiate panoramiche a poca distanza l’une dall’altra, immerse nella natura incontaminata.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)