Drew Barrymore diventa un’adorabile zombie cannibale in Santa Clarita Diet

In binge watching su Netflix la nuova serie tv che mischia l’horror con la commedia

Serie TV
di Simone Stefanini facebook 3 febbraio 2017 11:16
Drew Barrymore diventa un’adorabile zombie cannibale in Santa Clarita Diet

Drew Barrymore negli ultimi anni ha fatto solo sporadiche apparizioni in televisione. Il suo ultimo ruolo regolare in una serie tv é addirittura del lontano 1992, a 2000 Malibu Road. Ecco perché fa strano rivederla protagonista sul piccolo schermo (e su pc, smartphone e whatever). Come la collega Winona Ryder in Stranger Things, anche la Barrymore si è scelta un ruolo inusuale, che però le calza a pennello: quello di una tranquilla e annoiata agente immobiliare con marito e figlia, che vive in un tipico quartiere residenziale di quelli con il giardino e la staccionata bianca, che in seguito a un incidente particolarmente sanguinoso, muore e si risveglia zombie affamata di carne umana in Santa Clarita Diet.

In questa nuova serie tv, la cui prima stagione è disponibile su Netflix a partire dal 3 febbraio, la bionda attrice non appare però in uno stato di putrefazione come una comparsa qualsiasi di The Walking Dead. La nuova dieta farà molto bene all’aspetto esteriore e interiore della Barrymore, che riuscirà a convincere la famiglia a seguirla in questa nuova, tremendissima avventura.

 

Va da sé che non è un vero horror, i toni sono quelli della commedia surreale e alla scrittura c’è Victor Fresco, che aveva già firmato il capolavoro di redneck comedy My name is Earl.

Il tema è decisamente inquietante e non vi sarà risparmiato nessun particolare splatter, perché la nostra eroina, coadiuvata dal marito, interpretato da Timothy Olyphant e dalla figlia (Liv Hewson), inizierà a dare la caccia alle sue prede, per saziare l’incontenibile voglia di carne umana, commettendo efferati omicidi conditi da una tonnellata di humor nero.

Sappiate però che ci vuole un bel po’ di pelo sullo stomaco per guardare alcune scene senza mettersi una mano davanti agli occhi.

 

La cosa affascinante di Santa Clarita Diet è che di base si tratta di  una serie tv sulle dinamiche familiari e sulla scoperta della propria identità. Che poi i protagonisti siano i normali vicini che “salutavano sempre” e che si scoprono terribili assassini, quella non è che la ciliegina sulla torta, un’allegoria dei casi di cronaca su cui i telegiornali marciano per mesi e di cui siamo davvero saturi.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)