Cos’è Urban Myths, la serie tv che racconta storie impossibili con protagonisti come Michael Jackson e Hitler

Un cast stellare e un’idea di base che sembra pura follia

Serie TV
di Simone Stefanini facebook 12 gennaio 2017 17:18
Cos’è Urban Myths, la serie tv che racconta storie impossibili con protagonisti come Michael Jackson e Hitler

 

Sembra che possa portare un sacco di soddisfazioni la folle serie tv Urban Myths, che uscirà il 19 gennaio su Sky Arts in Gran Bretagna e che porterà sugli schermi leggende metropolitane e storie impossibili legate a personaggi realmente esistiti quali Adolf Hitler, Michael Jackson, Elizabeth Taylor e tanti altri, protagonisti di storie al limite del surreale.

Chiariamo l’ultimo concetto: le vite dei famosi si portano dietro un alone di mistero e di mito, le loro storie spesso sono romanzate ed è difficile tracciare una linea netta tra il vero e il falso. Ecco, gli episodi di questa serie si infilano proprio in quest’area grigia, sospesi tra verità e leggenda, personaggi con un tocco di humour british che farà sicuramente ridere i più.

Urban Myths è firmata da Ben Palmer e il suo fiore all’occhiello è il cast di attori che interpreta i personaggi famosi. Come si vede dal trailer, uno strano Michael Jackson bianco e quasi privo di naso sarà interpretato da Joseph Fiennes, l’attore protagonista di Shakespeare in love e fratello di Ralph, che fa del cantante un’imitazione sopra le righe, mentre viaggia con Elizabeth Taylor (Stockard Shanning, la famosa Betty Rizzo di Grease) e Marlon Brando (Brian Cox) per lasciare New York dopo l’11 settembre.

 

 

C’è grande attesa anche per vedere la storia di Adolf Hitler cacciato dall’istituto d’arte. A interpretare il dittatore, Iwan Rehon, già in Misfits e cattivissimo come Ramsay Bolton in Game of Thrones. Al suo fianco l’atteso ritorno di Rupert Grint, famoso per aver interpretato Ron Weasley nella saga di Harry Potter. Fanno parte del cast anche Aidan Gillen (Ditocorto in Game of Thrones) nei panni di Timothy Leary, Ben Chaplin in quelli di Cary Grant e Eddie Marsan che interpreta Bob Dylan.

 

 

Tra le storie, quella che fa più ridere riguarda Bob Dylan che passa un pomeriggio in compagnia di un Dave Stewart qualunque, credendolo il chitarrista degli Eurythmics, oppure quella in cui Samuel Beckett accompagna a scuola un giovane André The Giant, futuro peso massimo del wrestling. Ci sarà da divertirsi.

 

 

EDIT: Sky Arts ha deciso di non mandare in onda l’episodio in cui figura Michael Jackson interpretato da Joseph Fiennes, dopo che Paris Jackson, la figlia del re del pop, si è dichiarata offesa da quel ritratto, tanto da indurla a vomitare.

 twitter

 

Paris Jackson ha aggiunto che le loro offese sono state intenzionali, non solo alla memoria di suo padre ma anche a quella di sua “nonna” Liz Taylor. Molti i fan di MJ in rivolta tanto che Sky Arts ha tolto da YouTube il trailer originale in cui figurava MJ e anche Joseph Fiennes stesso ha supportato la decisione del network di non mandare in onda l’episodio.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)