Call Of Duty: quali sono i titoli migliori di questa infinita saga
Society
di Elisabetta Limone 8 Agosto 2022

Call Of Duty: quali sono i titoli migliori di questa infinita saga

Anche nel settore dei videogiochi ci sono le dinastie e una di quelle più importanti e apprezzate in tutto il mondo è senz’altro Call of Duty. Si tratta di una serie che ormai è stata lanciata da quasi un ventennio. Nel corso del tempo sono stati proposti diversi capitoli differenti: praticamente ogni anno gli appassionati di questa serie possono trovare un nuovo capitolo. Per questo motivo si conoscono ormai a memoria i termini di Call of Duty, come spiegato sul blog di Betway, dove si possono trovare anche tante notizie esport.

 

I capitoli migliori

Come ben sanno tutti gli appassionati, i capitoli più apprezzati di questa incredibile saga sono quelli che riescono a combinare l’innovazione dal punto di vista tecnico, delle meccaniche di gioco decisamente all’avanguardia e aggiornate, anche se chiaramente si è sempre seguito uno sviluppo storico affascinante e unico.

La combinazione tra innovazione e una modalità single player che riesce ad essere estremamente coinvolgente, affiancandosi al grande successo ottenuto dalla modalità multiplayer, che riesce a garantire un notevole divertimento sia in locale che online. Prendendo in considerazione tutti questi aspetti, è piuttosto semplice intuire come i titoli migliori di questa saga corrispondono indubbiamente a Call of Duty 2, Call of Duty 4 Modern Warfare, Call of Duty World at War, Call of Duty Black Ops, Call of Duty Modern Warfare 2, Call of Duty Modern Warfare (2019).

Call Of Duty: quali sono i titoli migliori di questa infinita saga

Call of Duty 4 Modern Warfare, lanciato nel 2007

Sono in tanti gli appassionati di questa dinastia dei videogiochi che hanno scelto come miglior titolo quello lanciato nel 2007. Modern Warfare 1, infatti, ha preso la formula di COD relativa al secondo conflitto mondiale e l’ha rivoluzionato, aggiornandolo e rendendolo più moderno. Al tempo stesso, però, è stato l’intero genere degli sparatutto in prima persona che ha subito un profondo cambiamento. La rivoluzione è stata totale ed è con questo titolo che per tanti utenti è cominciata una vera e propria ossessione nei confronti di COD. Nella storia del franchise, non ci sono altri punti di svolta così significativi come il 2007.

 

Warzone 2020

Warzone ormai è, agli occhi di tutti, un fenomeno a 360 gradi. Si tratta di un titolo che ha modificato in lungo e in largo il genere degli sparatutto in prima persona. In questo gioco, nello specifico, si possono ritrovare un po’ tutte le componenti migliori di Call Of Duty in un solo pacchetto free-to-play. Questo titolo ha un carattere fortemente innovativo, dato che ha ridefinito le regole della serie. Tra l’altro, potrebbe continuare ad esistere in maniera solitaria, senza che Activision continui a lanciare un aggiornamento annuale se solo ci fosse l’intenzione in tal senso. Cosa che invece non è accaduta, dato che Warzone è la parte fondante della serie. Ed è una scelta che ha permesso di liberare Treyarch, Infinity Ward e Sledgehammer da ogni tipo di vincolo dal punto di vista creativi, con il rilascio di titoli sempre più imprevedibili e coinvolgenti.

 

Modern Warfare 2 del 2009

Fino a quando non è stato proposto BO2, Modern Warfare 2 era a tutti gli effetti il numero uno dei multiplayer di Call Of Duty. Uno dei tanti pregi di questo titolo è sicuramente quello di aver ripreso il formato sentenziato da Modern Warfare 1 e lo ha esteso.

È vero che il multiplayer di Modern Warfare 2 ha raggiunto un successo incredibile praticamente su ogni tipo di piattaforma. D’altro canto, però la sua campagna ha avuto anche il merito di sviluppare una narrazione decisamente profonda e ricca di aspetti controversi, a livelli tali a cui probabilmente poi nessun altro gioco che fa parte di questa incredibile dinastia si è avvicinato.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >