Perché il calcio è la perfetta metafora della vita

Sport
di Elisabetta Limone 11 luglio 2014 14:42
Perché il calcio è la perfetta metafora della vita

Da un mese viviamo immersi nel calcio. I mondiali hanno monopolizzato interesse e discussioni, con buona pace di quelli che da pallone, rigori e fuorigioco si tengono ben lontani. Certo, è difficile spiegare loro perché ci si possa appassionare tanto a un gioco, con tutto il corollario di sofferenze, ansia, urla e disperazione. Difficile, ma non impossibile, perché in fondo il calcio non è altro che una riduzione in scala della vita. Non ci credete? Ve lo dimostriamo. Ecco perché il calcio è la perfetta metafora della vita

Perché dopo aver faticato e lottato fino allo stremo per tantissimo tempo, tutto può essere deciso da un attimo di distrazione.
baggio3

Perché c’è sempre qualcuno che ti dice cosa va bene e cosa non va bene
20110923_moreno-totti

Perché ogni volta che finisce una partita, non importa quanti gol tu abbia fatto, devi ricominciare dallo zero a zero. Purtroppo.
ZMYbNfK

Perché ogni volta che finisce una partita, non importa quanti gol tu abbia subito, devi ricominciare dallo zero a zero. Per fortuna.
baresi2-1

Perché c’è sempre qualcuno che critica quello che stai facendo, senza mai rischiare niente in prima persona.
1277378257_supporter-rage

Perché in certe giornate anche le cose più facili diventano impossibili
tumblr_inline_n866wmO2EB1scvvk9

Perché quando sei impegnato a mille e ti senti invincibile, può arrivarti una batosta in grado di mandare all’aria tutti i tuoi piani
5-18

Perché alla fine il vero motivo per cui ti sbatti è sempre lo stesso: rimorchiare
KKKKK

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)