Una palestra galleggiante che si muove lungo la Senna, alimentata dall’energia degli sportivi

Si chiama GymBoat ed è una barca-palestra che si muove grazie all’energia prodotta da chi pedala sulle cyclette

Sport
di Marco Villa facebook 20 dicembre 2016 10:49
Una palestra galleggiante che si muove lungo la Senna, alimentata dall’energia degli sportivi

Il progetto GymBoat dello studio Carlo Ratti Associati MyModernMet - Il progetto GymBoat dello studio Carlo Ratti Associati

 

Da qualche anno, la palestra è diventato il luogo di riferimento per tutti quelli che vogliono fare sport in città. Sembra impossibile farne a meno, ma quelli che resistono appartengono a due categorie: i pigri senza speranza e quelli che proprio non ce la fanno ad arrendersi all’idea di chiudersi in un posto e correre come dei criceti su un tappeto, fissando il muro o qualche brutto programma televisivo.

 

Scivolare lungo la Senna mentre si pedala o si fanno esercizi di ogni tipo MyModernMet - Scivolare lungo la Senna mentre si pedala o si fanno esercizi di ogni tipo

 

Per la prima categoria non sappiamo come fare, ma per la seconda forse una soluzione potrebbe arrivare: si chiama GymBoat, l’ha ideata lo studio di architettura e design Carlo Ratti Associati ed è una bellissima chiatta galleggiante piena di cyclette. Già a questo punto la faccenda è curiosa, ma diventa davvero interessante quando si precisa che, nel progetto dello studio, la chiatta dovrebbe essere posizionata sulla Senna e che l’energia prodotta dagli sportivi permetterebbe all’imbarcazione di spostarsi lungo il fiume.

 

Un’invenzione perfettamente ecologica, visto che il carburante sono gli sportivi stessi MyModernMet - Un’invenzione perfettamente ecologica, visto che il carburante sono gli sportivi stessi

 

In questo modo, i vantaggi sarebbero doppi: non solo si potrebbe fare attività fisica, ma si eviterebbe di stare chiusi in uno scantinato o in qualche angolo buio di una città. Anzi, l’esatto opposto: sembrerebbe di stare su uno dei tanti bateaux mouches della capitale francese, scivolando sull’acqua e ammirando le bellezze di Parigi.

Ovviamente si tratta di un’idea, di un’invenzione ben lontana dal poter essere realizzata. Un immaginario regalo di Natale, insomma. Per ora ci accontentiamo, per il futuro si vedrà. Come dichiara Carlo Ratti “è affascinante vedere come l’energia generata da un’esercizio in palestra possa effettivamente fare da carburante a una barca. È la dimostrazione tangibile di cosa si nasconde dietro il concetto, spesso astratto, di energia elettrica”.

 

Pedalare accanto alle più belle attrazione di Parigi MyModernMet - Pedalare accanto alle più belle attrazione di Parigi

 

FONTE | MyModernMet

Vi raccomandiamo:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)