Murales fosforescenti che di notte si trasformano e rivelano la propria anima al buio

Un invito a non fermarsi a guardare solo le apparenze

Street Art
di Simone Stefanini facebook 14 dicembre 2016 16:30
Murales fosforescenti che di notte si trasformano e rivelano la propria anima al buio

Un disegno che in realtà sono due, oppure due disegni che sembrano uno. Giratela come volete, ma la trovata dello studio spagnolo Reskate Arts & Crafts è davvero ottima: grazie a una pittura foto luminescente e fosforescente infatti, i loro murales di notte rivelano un nuovo disegno strettamente legato a quello diurno. Come si vede nel video, non è per niente semplice dipingere il disegno fluorescente, perché la vernice speciale è poco più che trasparente.

L’effetto finale è sorprendente, quasi magico. Il coniglio realizzato all’interno della manifestazione Fisart a Timisoara in Romania, ad esempio, al buio mostra la forma delle mani che mimano l’ombra dell’animale sul muro, come nelle ombre cinesi.

Con la stessa tecnica del coniglio, è stato realizzato un corridoio in cui da una parte di sono le silhouette dei lupi, dall’altra quelle delle pecore e una volta illuminate al buio, rivelano le mani che mimano gli animali.

 

 Mymodernmet

 

Un altro pezzo del collettivo mostra un filone di pane con dentro un coltello. È stato creato per la campagna #GeneraciónNoHunger creata da Action Against Hunger, un intervento che sprona a trovare soluzioni contro la fame nel mondo, in un tempo in cui abbiamo risorse tecniche e competenze per essere la prima generazione a mettere fine alla carenza di cibo nei paesi più poveri.

 

 Mymodernmet

 

I loro lavori si trovano soprattutto a Saragozza, la loro città.  Il significato delle sovraimpressioni non è mai casuale, porta con sé un significato che si sposa bene con la tecnica con cui è stato creato. Un esempio lampante è il loro lavoro chiamato Unawareness: ciò che alla luce del sole sembra un pianeta, in realtà nasconde un casco da palombaro, in tributo al cambiamento storico che avvenne quando sia gli Stati Uniti che l’Unione Sovietica preferirono l’esplorazione spaziale a quella degli abissi marini.

Un vero spettacolo da godere al tramonto. Se volete rimanere aggiornati sui loro lavori, potete farlo tramite il sito ufficiale, la pagina Facebook e l’account Instagram.

 

 Mymodernmet

COSA NE PENSI? (Sii gentile)