L’asilo di un piccolo paese veneto trasformato in un capolavoro di street art

Da qualche anno, il paese di Arcugnano sta cambiando grazie agli writer

Street Art
di Marcello Farno 29 aprile 2016 10:42
L’asilo di un piccolo paese veneto trasformato in un capolavoro di street art

Okuda_01 This Is Colossal

Arcugnano è un piccolo comune veneto, poco meno di 8000 abitanti, situato alle porte di Vicenza. Dimenticate ogni stereotipo da provincia cronica, Arcugnano non è un paese qualsiasi: da qualche anno a questa parte punta infatti a diventare un centro della street art. Una volontà che nasce dalla ferrea passione del sindaco, Paolo Pellizzari, che dal 2014, grazie anche al sostegno di diverse realtà, si è inventato l’Arcugnano Street Art Week, un progetto di arte pubblica partecipata che mira alla riqualificazione urbana, culturale e sociale del centro attraverso la realizzazione di opere esclusive da parte dei più importanti street artist mondiali.

L’ultimo a essere accolto, in ordine di tempo, è stato lo spagnolo Okuda San Miguel, che nelle scorse settimane è stato invitato dall’amministrazione comunale a ridipingere le pareti esterne della scuola per l’infanzia situata nella frazione di Torri di Arcugnano. Okuda, accompagnato dal suo assistente Antonyo Marest, ha dato libero sfogo alla sua sensibilità e alle sue visioni realizzando cinque coloratissimi muri. Al loro interno trovano spazio animali, forme geometriche e simboli astratti che caratterizzano da sempre la sua arte.

Okuda_04 This Is Colossal

Nel dipingere i muri Okuda si è lasciato influenzare dall’atmosfera che lo circondava: i bambini hanno seguito costantemente il suo lavoro e assieme ai genitori hanno dato vita anche allo sfondo sul quale l’artista ha poi lavorato. Il risultato è magico e bellissimo.

Okuda San Miguel, classe 1980, è uno dei più apprezzati street artist spagnoli. Tra i suoi lavori più importanti ci sono gli affreschi sulla volta della chiesa abbandonata di Santa Barbara, trasformata poi in uno skate park, a Llanera, nel nord della Spagna. Così come anche i murales realizzati sulle pareti della chiesa di Youssoufia, in Marocco, di cui vi avevamo già parlato qualche tempo fa.

Okudachapel1 My Modern Met

 

FONTE | thisiscolossal.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)