Art
di Marcello Farno 6 Aprile 2016

L’artista italiano che ricrea le bandiere del mondo con le immagini di Google Maps

Si chiama web landscape photography: e attraverso tagli e incastri riesce a far dialogare tra loro terre e paesi lontanissimi

max-serradifalco-flags-satellite-photography-designboom-01  La bandiera dell’Italia vista ricomposta da Max Serradifalco con le immagini satellitari di Google Maps.

 

Max Serradifalco è un fotografo paesaggista e designer pubblicitario, nato in Sicilia 38 anni fa. Da qualche anno ha deciso di mettere insieme le sue grandi passioni, quella per la fotografia naturale e il design, in un nuovo progetto. Lui la chiama Web Landscape Photography: si tratta di fotografie rubate ai satelliti di Google Maps che Serradifalco combina, attraverso tagli, sovrapposizioni e incastri, riuscendo a far dialogare tra di loro terre e paesi all’apparenza distanti.

Le opere sono il frutto di una naturale armonia che Serradifalco ha la capacità di cogliere e rintracciare tra diverse porzioni del globo terrestre. La sua ultima serie di lavori è esemplificativa di questo concept: si chiama All Colors Of The World, e in essa l’artista siciliano utilizza frammenti di foto per comporre le bandiere delle nazioni del mondo.

Troviamo così la bandiera italiana formata da immagini satellitari provenienti dal Qatar, dalle regioni antartiche e dalla Namibia, quella statunitense che riflette i colori del Mar Mediterraneo, della Bolivia e del Chad, e così le altre. Abbiamo raggiunto via mail l’artista/fotografo/designer per farci raccontare come è nato questo progetto.

max-serradifalco-flags-satellite-photography-designboom-04  USA: Bolivia, Chad, Mar Mediterraneo

Chi sei? Presentati ai nostri lettori
Sono Max Serradifalco, uno dei primi artisti satellitari del XXI secolo.

Quale fascinazione ti ha guidato nello sviluppo di questo progetto?
L’idea di compiere dei viaggi virtuali tramite internet, rimanendo un vero fotografo, mi ha sicuramente affascinato. Sono stato guidato dal gusto della provocazione e della sperimentazione, ma soprattutto da un amore innato per la Creazione… un amore quasi francescano che mi fa desiderare una vita sempre più in armonia con la natura.

Quando è nata la tua passione per le immagini satellitari?
Nel 2011, a seguito di un’intuizione avuta nel periodo in cui lavoravo come grafico pubblicitario in una nota azienda in Sicilia.

Da dove prendi le immagini? Utilizzi un tuo archivio personale?
Non ho un archivio personale, utilizzo Google Maps come canale di partenza per la mia creatività.

Quali sono gli spettri di colore che si trovano più in abbondanza sul nostro pianeta e quali invece quelli più rari?
I gialli dei deserti, i toni di verde e di blu sono sicuramente i più diffusi. È molto difficile trovare il rosso in natura ed è parecchio utilizzato nelle bandiere di tutto il mondo. Fortunatamente l’Australia in questo mi viene in aiuto.

C’è secondo te una bandiera, tra quelle che hai realizzato, che oltre all’impatto visivo possiede anche un certo tipo di potenza narrativa?
Si, sono tante ad avere una potenza narrativa. Quella del Belgio ad esempio l’ho realizzata la mattina degli attentati terroristici a Bruxelles: questi tragici atti hanno influenzato la mia creatività. Quella del Brasile, che al primo sguardo induce lo spettatore a pensare all’Amazzonia e invece sono le foreste indonesiane, anch’esse gravemente minacciate dall’uomo. Uso sempre terre di altri luoghi per reinterpretare la bandiera di una nazione. Il blu dell’Unione Europea che raffigura quasi interamente l’oceano Atlantico da est ad ovest a simboleggiare la grande alleanza tra Europa e America. Quella degli USA, dove il blu non è altro che lo specchio di mar Mediterraneo tra la Libia e l’Italia… fronte per migliaia di profughi che decidono di attraversarlo per scappare da conflitti, come sappiamo, fortemente voluti e gestiti dai governi occidentali. In fine quella della Pace, che raccoglie davvero tutti i colori da ogni angolo della Terra con l’augurio di una vera comunione tra i popoli!

Qual è potenzialmente la bandiera più difficile da replicare e sulla quale stai provando a lavorare?
Non c’è una bandiera più difficile di un’altra… è solo una questione di armonia grafica tra colori e forme.

PACE: Oceano Atlantico, Polinesia Francese, Papua Nuova Guinea, Brasile, Turkmenistan, Sudan, Tanzania  PACE: Oceano Atlantico, Polinesia Francese, Papua Nuova Guinea, Brasile, Turkmenistan, Sudan, Tanzania

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >