Art
di Valerio Millefoglie 4 Febbraio 2016

La torre Eiffel di Vicenza è il monumento all’operosità del nord-est

Perché andare fino a Parigi, quando puoi andare a Pojana Maggiore?

Meglio dell'originale  Meglio dell’originale

 

Presa l’uscita Montebello Vicentino si prosegue sulla strada provinciale 17 di campi sterminati e arati, case dall’animo cantoniero, un’edicola sacra per la Madonna delle Grazie, una conceria, un Salone Uomo&Donna e, subito dopo aver passato una grande cisterna d’acqua, si giunge alla rotatoria 133.

A destra direzione Vicenza, a sinistra Pojana Maggiore, ancora più a sinistra l’azienda Laserjet, specializzata in lavorazioni lamiere e produzione macchine agricole. Qui, all’interno del cortile, svetta la torre Eiffel.

Ma non è sempre stato così.

 

Com'era la LaserJet una volta  Com’era la Laserjet una volta

 

Nel 1980 i fratelli Lino e Ivo Fraron aprono il primo laboratorio in una stalla, “Siamo partiti da zero, anzi da sottozero”. Nel 1999 decidono di partecipare al Midest, la più importante fiera del settore, che si tiene a Parigi. “Per i francesi è bello ciò che è francese”, dice Lino Fraron, il maggiore dei fratelli, “Così abbiamo pensato di portare a Parigi la torre Eiffel, realizzata con il nostro taglio laser”.

Le misure sono: 38 metri di altezza, un peso di 56,4 tonnellate e 700 bulloni a testa tonda, per un totale di sei mesi circa di lavoro. La torre Eiffel veneta, smontata e spedita e poi rimontata ed esposta, riceve un riconoscimento dall’ente fiera di Parigi, uno dal Commercio Estero e, tornata in Veneto, un encomio dal Comune di Pojana Maggiore.

Nel 2002 una signora di Mestre che lavora nel settore immobiliare ci ha commissionato un’altra riproduzione di 14 metri che ha mandato in Libano”, continua a raccontare Lino Fraron, “A volte vedi fermarsi ciclisti o comitive per farsi la foto-ricordo”. Al Bar Centrale, a pochi minuti da qui, ogni tanto qualche forestiero entra e chiede indicazioni per la torre Eiffel. Immaginiamo passare di qui anche uno di quei pullman dal nome esotico, come le autolinee Liscio che nel giro di una notte portano i passeggeri dal sud al nord, da una strada provinciale del Veneto a Parigi, su un bus a due piani con orchestrina.

Una banda ha suonato davvero sotto la torre Eiffel Veneta, nel 2009 quando in occasione della presentazione della ILF 1000 KOMMUNAL, una macchina polivalente per lavori comunali, i fratelli Fraron hanno organizzato una festa. Sul palco si è esibito il Gruppo Corale Musica Insieme diretto dal maestro Renzo Simonetto, in repertorio: Mina, canzoni della tradizione popolare e il concerto dell’Ave Maria. Sotto il palco, con un buffet cominciato a base di pesce e conclusosi con la carne, c’erano gli invitati: clienti, amici, dipendenti, politici locali e il Vescovo di Vicenza. E tutto intorno la strada provinciale 17, la rotatoria 133, il paese illuminato dai fuochi artificiali.

 

Torre_Eiffel_Valerio  Festa grande sotto la torre Eiffel nel vicentino

 

Le luci della torre si accendono ogni sera. Non ci sono turisti ma dipendenti che a quell’ora tornano a casa. Li vediamo in un video aziendale, mentre la voce fuori campo di una donna accompagnata dalle note di un pianoforte, commenta, “Basterebbe per un momento guardare negli occhi la nostra gente quando la macchina viene consegnata al cliente, esce dal cancello, sguardi che in un attimo tutto dicono”.

Andati via loro, rimangono le auto di chi passa e per qualche metro si ritrova sulla rive gauche.

Sulla torre Eiffel di Parigi sono incisi i nomi di settantadue cittadini francesi che si sono distinti per i loro studi. Sulla balconata del primo piano della torre della Laserjet potrebbero starci i nomi di Antonio Magarotto, nato a Pojana Maggiore e fondatore dell’Ente Nazionale Sordi, e di Andrea Palladio, architetto che nel 1546 ha progettato Villa Pojana, patrimonio dell’umanità UNESCO, a cinque minuti dalla torre Eiffel.

Allontanandosi e proseguendo ancora sulla strada provinciale 17 di altri campi sterminati e arati, di altre case dall’animo cantoniere, Parrucchiere Laura, si prosegue su via dell’Industria e non ci si può sbagliare, siamo in Veneto.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Marino Neri

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Marino Neri Marino Neri è fumettista e illustratore. I suoi libri a fumetti sono Il Re dei Fiumi (Kappa Edizioni, 2008) e La Coda del Lupo (Canicola, 2011), tradotti e pubblicati anche in differenti lingue e paesi. I suoi disegni sono apparsi su riviste nazionali e internazionali e ha partecipato a diverse esposizioni collettive e personali in tutta Europa. Nel 2012 il Napoli Comicon e il Centro Fumetto Andrea Pazienza gli assegnano il Premio Nuove Strade come miglior talento emergente. È attualmente al lavoro sul suo nuovo libro a fumetti Cosmo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >