Art
di Valerio Millefoglie 4 Febbraio 2016

La torre Eiffel di Vicenza è il monumento all’operosità del nord-est

Perché andare fino a Parigi, quando puoi andare a Pojana Maggiore?

Meglio dell'originale  Meglio dell’originale

 

Presa l’uscita Montebello Vicentino si prosegue sulla strada provinciale 17 di campi sterminati e arati, case dall’animo cantoniero, un’edicola sacra per la Madonna delle Grazie, una conceria, un Salone Uomo&Donna e, subito dopo aver passato una grande cisterna d’acqua, si giunge alla rotatoria 133.

A destra direzione Vicenza, a sinistra Pojana Maggiore, ancora più a sinistra l’azienda Laserjet, specializzata in lavorazioni lamiere e produzione macchine agricole. Qui, all’interno del cortile, svetta la torre Eiffel.

Ma non è sempre stato così.

 

Com'era la LaserJet una volta  Com’era la Laserjet una volta

 

Nel 1980 i fratelli Lino e Ivo Fraron aprono il primo laboratorio in una stalla, “Siamo partiti da zero, anzi da sottozero”. Nel 1999 decidono di partecipare al Midest, la più importante fiera del settore, che si tiene a Parigi. “Per i francesi è bello ciò che è francese”, dice Lino Fraron, il maggiore dei fratelli, “Così abbiamo pensato di portare a Parigi la torre Eiffel, realizzata con il nostro taglio laser”.

Le misure sono: 38 metri di altezza, un peso di 56,4 tonnellate e 700 bulloni a testa tonda, per un totale di sei mesi circa di lavoro. La torre Eiffel veneta, smontata e spedita e poi rimontata ed esposta, riceve un riconoscimento dall’ente fiera di Parigi, uno dal Commercio Estero e, tornata in Veneto, un encomio dal Comune di Pojana Maggiore.

Nel 2002 una signora di Mestre che lavora nel settore immobiliare ci ha commissionato un’altra riproduzione di 14 metri che ha mandato in Libano”, continua a raccontare Lino Fraron, “A volte vedi fermarsi ciclisti o comitive per farsi la foto-ricordo”. Al Bar Centrale, a pochi minuti da qui, ogni tanto qualche forestiero entra e chiede indicazioni per la torre Eiffel. Immaginiamo passare di qui anche uno di quei pullman dal nome esotico, come le autolinee Liscio che nel giro di una notte portano i passeggeri dal sud al nord, da una strada provinciale del Veneto a Parigi, su un bus a due piani con orchestrina.

Una banda ha suonato davvero sotto la torre Eiffel Veneta, nel 2009 quando in occasione della presentazione della ILF 1000 KOMMUNAL, una macchina polivalente per lavori comunali, i fratelli Fraron hanno organizzato una festa. Sul palco si è esibito il Gruppo Corale Musica Insieme diretto dal maestro Renzo Simonetto, in repertorio: Mina, canzoni della tradizione popolare e il concerto dell’Ave Maria. Sotto il palco, con un buffet cominciato a base di pesce e conclusosi con la carne, c’erano gli invitati: clienti, amici, dipendenti, politici locali e il Vescovo di Vicenza. E tutto intorno la strada provinciale 17, la rotatoria 133, il paese illuminato dai fuochi artificiali.

 

Torre_Eiffel_Valerio  Festa grande sotto la torre Eiffel nel vicentino

 

Le luci della torre si accendono ogni sera. Non ci sono turisti ma dipendenti che a quell’ora tornano a casa. Li vediamo in un video aziendale, mentre la voce fuori campo di una donna accompagnata dalle note di un pianoforte, commenta, “Basterebbe per un momento guardare negli occhi la nostra gente quando la macchina viene consegnata al cliente, esce dal cancello, sguardi che in un attimo tutto dicono”.

Andati via loro, rimangono le auto di chi passa e per qualche metro si ritrova sulla rive gauche.

Sulla torre Eiffel di Parigi sono incisi i nomi di settantadue cittadini francesi che si sono distinti per i loro studi. Sulla balconata del primo piano della torre della Laserjet potrebbero starci i nomi di Antonio Magarotto, nato a Pojana Maggiore e fondatore dell’Ente Nazionale Sordi, e di Andrea Palladio, architetto che nel 1546 ha progettato Villa Pojana, patrimonio dell’umanità UNESCO, a cinque minuti dalla torre Eiffel.

Allontanandosi e proseguendo ancora sulla strada provinciale 17 di altri campi sterminati e arati, di altre case dall’animo cantoniere, Parrucchiere Laura, si prosegue su via dell’Industria e non ci si può sbagliare, siamo in Veneto.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Virginia Mori

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Virginia Mori Nasce a Cattolica nel 1981. Vive e lavora a Pesaro. Si perfeziona in Illustrazione e Animazione all’Istituto Statale d’Arte di Urbino, esperienza formativa che contribuisce a costruire e consolidare il suo immaginario artistico e che le permette di muovere i primi passi nella realizzazione di corti di animazione tradizionale e nell’illustrazione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,32 €

Kit tie dye

Kit tie dye, utilizzabile con tessuti come il cotone e rayon. Perfetti per personalizzare qualsiasi capo, dalle tshirt, ai jeans, fino a borse e sciarpe. Caratteristiche: 12/10/8/18 coloranti 8 colori: rosso, arancione, giallo, verde, blu scuro, viola, marrone, nero  10 colori: rosso, arancione, giallo, verde, acido orange, blu navy, blu scuro, viola, marrone, nero  12 colori: viola profondo rosso, rosso, arancione, giallo, verde, arancione acido, blu navy, blu scuro, viola, viola, marrone, nero  18 colori versione: fucsia, rosso, arancione, giallo, acid orange, verde, blu scuro, blu chiaro, viola, blu, viola scuro, marrone, nero, corallo rosso, rosso vino, verde oliva, rosa, verde acqua, blu chiarissimo 40 bande di gomma 8 guanti usa e getta 1 tovaglia 1  manuale Prodotto spedito dalla Cina.Tempi di consegna: 20/30  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >