tommaso labranca morto
Libri
di Gabriele Ferraresi 29 Agosto 2016

È morto Tommaso Labranca, la migliore mente di una generazione

L’autore, scrittore e intellettuale è morto nella notte: nato nel 1962, aveva 54 anni

tommaso labranca morto Foto: Gabriele Ferraresi - Tommaso Labranca

 

È morto questa notte Tommaso Labranca, scrittore e autore tv: nato nel 1962, aveva 54 anni, ne ha dato notizia Gianni Biondillo su Nazione Indiana. È complicato ridurre in poche righe l’importanza capitale che ha avuto Labranca per la cultura italiana, un’importanza che gli è stata poco o nulla riconosciuta in vita da un sistema culturale che al contrario lo aveva emarginato e ostracizzato, con qualche eccezione, certo. Ma erano eccezioni che confermavano la regola.

Tre opere per conoscerlo? Andy Warhol era un coatto. Vivere e capire il trash, Castelvecchi, 1994, oppure Estasi del pecoreccio. Perché non possiamo non dirci brianzoli, Castelvecchi, 1995, e ancora Neoproletariato. La sconfitta del popolo e il trionfo dell’eleghanzia, sempre edito da Castelvecchi, 2002. Sono tre libri illuminanti per capire quello che siamo, offline, online, ovunque. Sono libri che ci inchiodano alle nostre responsabilità: quella di essere nel complesso una manica di cialtroni.

Tommaso, che cialtrone non era, riusciva a raccontarci le nostre miserie con un’intelligenza, un’eleganza, una cultura, che in nessun altro autore ho mai visto, non solo italiano.

Lui, che il concetto di emulazione fallita se l’era inventato, diceva di essere l’emulazione fallita di Tom Wolfe, l’uomo che aveva coniato la definizione radical-chic. Ma non è vero, Labranca per me era ed è molto più acuto e leggibile di Wolfe.

Scrive Biondillo su Nazione Indiana che Labranca era uno spirito libero, e che “essere uno spirito libero in Italia significa essere rompicoglioni. Tommaso lo era. Ha rinunciato (conosco direttamente la fonte di questa notizia) a collaborazioni fruttuosissime in televisione per evitare di umiliare la sua intelligenza (…) Ha preferito vivere al limite dell’indigenza per mantenersi puro. Non ce lo siamo mai meritati. E lui, coerentemente, ha tolto il disturbo” ed è vero. Tutto vero.

È vero tutto, dalla prima all’ultima sillaba: Tommaso Labranca era un genio, e raramente chi è un genio è una persona facile.

Labranca non era una persona facile, ma credo anche chi lo conoscesse di persona dimenticasse in fretta qualche sua spigolosità, per la gioia di avere a che fare con una mente davvero straordinaria.

Me lo ricordo gentilissimo a casa sua, un ospite perfetto, ma anche capace di essere feroce, o forse solo onesto e non siamo abituati all’onestà e alla sincerità, per niente: era giusto così, era bello così. Ci eravamo sentiti l’ultima volta più di un anno fa, quando aveva chiuso l’esperienza di OssoBook, la sua rivista digitale milanese cui avevo collaborato: mi aveva scritto delle cose un po’ dure, me l’ero presa, non ci eravamo più sentiti.

Era successo altre volte in passato, ma di sicuro ci saremmo risentiti chissà per quali altri motivi, andava così. Ci conoscevamo da una decina d’anni: da quando mi aveva aiutato a realizzare la tesi di laurea – che si trova ancora su Carmilla, e c’è ovviamente il suo intervento: semplicemente perfetto, perfetto, anche dieci anni dopo – una tesi di laurea senza la quale non avrei mai trovato lavoro, senza la quale ora chissà come andava tutto il resto, senza la quale probabilmente non starei scrivendo in una giornata orrenda che Tommaso Labranca è morto.

Grazie Tommaso.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
10,20 €

Il mare spiegato ai miei nipoti

Se anche a voi piace il mare e magari siete anche dei tipi scientifici o perlomeno curiosi, allora questo bel libretto può aiutarvi a conoscere meglio l'ecosistema del mare, i suoi segreti e la sua importanza. Scritto da Hubert Reeves e Yves Lancelot è un libro di divulgazione scientifica sul mare, che potete leggere con i vostri figli. Invece delle solite banalità fantasy. :-)
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,30 €

Fumetto Paper girls vol.1

Il fumetto Paper Girls, il primo volume di 144 pagine è uscito il 25 agosto 2016 per BAO Publishing e si candida a essere il perfetto incontro tra Ghostbusters e Stranger Things. Paper Girls è infatti una serie scritta e disegnata da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, che va a collocarsi tra i Goonies, Stand By Me e la Guerra dei mondi, ma con una particolarità non da poco: stavolta le esploratrici in sella alle BMX sono tutte ragazze. Un Sacro Graal per tutti i retromaniaci amanti del vintage, che si candida a diventare un nuovo cult.
10,47 €

Sticky monsters

John Kenn Mortensen è un artista danese con l’ossessione per i mostri dell’infanzia. In questo splendido, tenero e terrificante galleria disegna bestie pelose, demoni terribili e simpatici, incubi a prova di bambino su dei Post-it!
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >