Society
di Simone Stefanini 8 Luglio 2014

I 5 stadi dell’ubriachezza illustrati da un hipster dell’Ottocento

Queste foto sono state scattate da Charles Percy Pickering, all’incirca nel 1865 con lo scopo di far desistere gli uomini dal bere. Una sorta di pubblicità progresso involontariamente comica, commissionata dal gruppo del New South Wales, che ha per protagonista un giovane che chiameremo Mr. Barba, non troppo dissimile dai tipi che oggi frequentano club e si finiscono di Gin Tonic alla ricerca della visione.

Bene, capiamo insieme i 5 stadi che Mr. Barba dovrà affrontare per arrivare all’invidiato coma etilico: FONTE | dangerousminds.net    

1) SONO UN FIGO:

Nessuno se n’è accorto, ma Mr. Barba ha già bevuto uno Spritz, il vino a cena (carne, rosso), il caffè corretto Sambuca, un Amaro del Capo e sta sorseggiando il primo Vodka Lemon, appena arrivato al club. Però ha appena mangiato, quindi si sente sostanzialmente brillo, pronto per avere a che fare con le ragazze, parlantina sciolta e casa libera. Stasera è convinto di vincere.

fivestages1ondgnlkas

2) BALLO MANTENENDO UN BASSO PROFILO:

Il dj ha finalmente messo i Justice e lui si decide a ballare. Proprio lui, che è così timido nella vita di tutti i giorni. Ma oggi è una serata speciale, dopo che è stato lasciato da 6 mesi, tenta il colpaccio con la tipa che gli piace. Per ballare però serve un Cuba Libre subito. Meno ghiaccio, dai metticelo quel rum. E via con le danze. Si muove sinuoso, portato dall’ubriachezza che piano piano sale. Lei lo sta guardando. Ma non per i motivi che lui immagina.

fivestages3onedg

3) HO VISTO LA MIA EX CON UNO E VOGLIO MORIRE:

Mr. Barba rimane sul posto, secchezza delle fauci, morte nel cuore. Alessia si è messa con quel rapper buono a nulla e lui ha un mezzo attacco di panico. Che faccio, lo meno? Perchè con lui perchè questo perchè stasera perchè a me? Gli amici lo vedono malone e gli portano subito un Negroni. Bere / Dimenticare. La tipa con cui lui voleva limonare intanto se ne sta andando via con l’amica, amareggiatissima.

fivestages2ibdfoa

4) PERCHE’ NESSUNO MI VUOLE BENE?:

Mr. Barba infila la pista sbandando paurosamente e va a parlare con Alessia. Lei ah ciao come va per piacere non ne parliamo più dai non mi toccare poi Barba si sente portare via da due braccia tatuatissime e capisce che il rapper ce la deve avere con lui. Un rapido resoconto mentale della serata, tra le vertigini, porta a questo bottino: niente tipa, Alessia sta con uno grosso, ha già speso 60 € e non è nemmeno ubriaco. Mr. Barba punta il bar, sapendo di poter trovare davanti al bancone il nirvana che va cercando, per placare quel dolore che gli sta spaccando il cuore in due. Urla barista fai te e il barman esagera. Tutti gli alcolici trasparenti, fino all’orlo e una spruzzata di seltz, per fare due risate che stasera è magra. Mr. Barba beve, finalmente la sua testa si disattiva ed inizia una litania dal sapore mediorientale: nessuno mi vuole bene perchè nessuno mi ama dove sono i miei amici perchè non mi volete bene perchè quella stronza perchè non mi volete bene perch (etc)

fivestages5oanidsgpvknadkl

5) CON NOI NON ESCI PIU’:

Dai Barba, hai 30 anni, sarà mai possibile che tutte le volte fai così? Mr. Barba ha collassato davanti al parcheggio. La rimozione ne è impossibile, un paio di amici dicono lasciamolo qui poi si ripiglia ma sanno che sarebbe omicidio colposo, Studio Aperto, roba brutta. Allora ci provano in tutti i modi. In tre, ma pesa come un capodoglio. Allora lo pigliano a schiaffi per risvegliarlo. Apre mezzo occhio, si vomita addosso. Gli amici bestemmiano. Non ce lo vogliono nella Golf ma spunta ancora il fantasma di Studio Aperto.  Lo caricano di peso sulla macchina, sciupano un asciugamano da mare nel tentativo vano di non sporcare. Non hanno ancora fatto 100 metri che Barba vomita in macchina, gli amici vorrebbero finirlo col cric. Lo scaricano davanti alla porta di casa come si fa coi sacchi di letame e gli dicono sei una testa di cazzo con noi non esci più ma poi ci escono lo stesso perchè sanno che la prossima volta potrebbe capitare a loro.

fivestages4klndgklsna

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2017"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2017” disegnata da Viola Niccolai serigrafata a mano da Legno. Bag bianca cotone con illustrazione rosa.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di StencilNoire

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari StencilNoire StencilNoire, classe ’75, vive e opera in un paesino del sud Italia, Massafra, dove le problematiche socio-culturali danno spunto quotidiano alle sue opere. Veterano dell’uso del colore, sin da bambino ha fatto dell’arte la sua più grande passione, sperimentando tutte le tecniche artistiche, dai colori a olio, al carboncino, all’aerografo, approdando, nel ’95, nella cultura dello stencil e dello sticker. Ha partecipato a numerosi eventi, sia a livello personale, che col gruppo «South Italy Street Art», del quale è co-fondatore. Fra gli ultimi eventi si annoverano le partecipazioni allo Jonio Jazz Festival, svoltosi a Faggiano (TA), al Calafrika music Festival svoltosi a Pianopoli (CZ), e a Residence Artistic in Country Secret Zone, un esperimento artistico di Street Art chiamato «Torrent 14» organizzato da Biodpi in collaborazione con Ortika, svoltosi a Sant’Agata de’Goti. Vincitore della giuria artisti del 1° Concorso Internazionale d’Arte su Vinile, organizzato dall’associazione Artwo in collaborazione con Ortika Street Art Lovers, dedicato a Domenico Modugno, in occasione dei 20 anni della sua scomparsa. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >