Society
di Gabriele Ferraresi 26 Gennaio 2016

La figlia di uno dei marò fa coming out. Cosa può succedere ancora in questa storia?

Cinque finali alternativi alla storia più appassionante di questi mesi

giulia_latorre Image via - Giulia Latorre, figlia del marò Massimiliano

 

L’internet oggi non parla (quasi) d’altro: il coming out poi ritrattato, poi confermato una volta ancora di Giulia Latorre, la figlia del marò Massimiliano.

Io non ho smentito nulla, mi dispiace che vadano a scrivere ciò.

Posted by Giulia Latorre on Tuesday, January 26, 2016

 

Per lei tutto ok, figuriamoci: ma se osserviamo la storia dei due Marò da un punto meramente narrativo ci si avvita in plot twist ogni volta più imprevedibili. Forse ora stiamo arrivando al punto di non ritorno.

Non bastavano i videogiochiil fantastico Marò Slug di Emiliano Negri, ospite del nostro Better Days Festival – le riviste immaginarie per chi ha in mente una sola cosa, riportarli, i due marò che diventano statuine del presepe, i manifesti di Fratelli d’Italia dove i due fucilieri di marina vengono riportati a casa dal Fortunadrago de La Storia Infinita. 

Quello dei marò è un fenomeno che ancora non accenna a stancare. Fa ridere come la prima volta, ad anni di distanza anche per capolavori come questo qui sotto

 

Il tour giudiziario durerà fino al 2018 e si annuncia estenuante. Tutte le indiscrezioni sul numero in edicola! #roar

Posted by I nostri Marò on Friday, January 22, 2016

 

In un mondo dove i meme bruciano alla velocità della luce i marò sono dotati di una longevità incredibile per i tempi di internet. Proprio per questo però vogliamo prepararci: vogliamo pensare 5 finali cinematografici per un gran finale marò.

 

Marò club

Un epilogo alla Palahniuk, in cui siamo tutti vittima di un’allucinazione collettiva. I marò sono uno solo, ma lo capiremo solo quando il palazzo di giustizia di Kerala sarà scosso dalle fondamenta, dall’unico marò. Che mentre il mondo brucia tiene per mano Giorgia Meloni, con i Pixies di sottofondo.

 

Il pianetà dei marò

I tempi per l’arbitrato internazionale sono lenti, si parla del 2018. Lo scioglimento delle calotte polari invece va veloce e il global warming fa il resto, e gioca a favore dei nostri leoni: il pianeta è allagato completamente, i due fucilieri di marina vengono liberati proprio per le loro abilità marinaresche, la Terra è fottuta, i marò liberi.

 

I soliti Marò

Chi l’avrebbe mai detto? È stato il marò zoppo.

 

American Marò

Interno giorno, cabina della Enrica Lexie. “Hip to be square” di Huey Lewis & The News risuona lontana, come filodiffusa. I marò si svegliano, Latorre si alza, va verso verso l’oblò: davanti a loro un peschereccio è fermo, i pescatori, vivi. È stato tutto un sogno: i marò riprendono la loro edonista vita marinara, tra il Dorsia di New Delhi, o come avvocati d’affari d’alto mare.

 

Donnie Marò

Nel 2018 si avvicina la sentenza definitiva: una turbina di un aereo cade sul tribunale dell’arbitrato, i marò si salvano e viaggiando nel tempo grazie a un buffo coniglio che assume le fattezze di Gasparri.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

28,00 €

KIT "MI AMI Festival 2020"

KIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper un kit semi misti a scelta una lattina bevanda del desiderio Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
5,00 €

KIT SEMI "MI AMI Festival 2020": MIMOSA, PISELLO, SALVIA

Kit semi misti “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Il desiderio che avresti voluto piantare. Il kit ufficiale contiene: Mimosa Pudica Denominata anche la Sensitiva, la Mimosa Pudica è così casta che basta sfiorarla per innescare una timida reazione nei suoi rami. Al minimo tocco, infatti, le foglie si ripiegano su se stesse, mentre il picciolo si abbassa, creando un danzante movimento con i suoi leggeri fiori rotondi. Oltre a fuggire da incontri hot con oggetti e persone, questo comportamento la caratterizza nelle ore notturne, evitando così incontri ravvicinati. Pisello Viola Désirée Il Pisello Viola è un varietà molto antica, dall’aspetto affascinante per il suo insolito colore, al suo interno, invece, conserva la sua tipica tinta verde. Come ogni varietà è un simbolo -oltre fallico- lunare, nei sogni infatti è sinonimo di fecondità. Molto apprezzato per il suo sapore delicato è l’ideale per zuppe e principesse dal gusto raffinato e desiderose di riposare su un raro ortaggio. Salvia Rossa Famosa per essere utilizzata da Cleopatra come afrodisiaco, la Salvia è una pianta carica di proprietà. Oltre ad accendere la libido negli amanti, è portatrice di sogni profetici, piacere fisico e fertilità. La forma e l’aspetto rugoso del fogliame le donano la nomina di lingua vegetale, per gli animi più romantici la Salvia Splendens, o Rossa, ricorda la sagoma di un cuore. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l’uso che preferite. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >