Society
di Simone Stefanini 17 Aprile 2015

David Hasselhoff cavalca dinosauri e uccide i nazisti nel nuovo delirante video tutto anni 80

Il video musicale più bello che abbiate mai visto. Punto.

Fermi tutti, abbiamo un vincitore. David Hasselhoff, protagonista negli anni 80 di “Supercar” e negli anni 90 di “Baywatch”, la retromania la conosce benone. Amato dalle donne ed invidiato dagli uomini proprio per aver incarnato l’eroe degli anni ruggenti della nostra infanzia. Non tutti sanno che oltre ad essere un indiscusso manzo pieno di Botox è anche un pregevole cantante, di cui in tempi non sospetti avevo fatto una playlist ad uso e consumo dei pagani.

Ma David è riuscito a stupire tutti con un “True Survivor”, pezzo con un video talmente over the top da diventare un classico istantaneo. Ha messo dentro tutti i cliché del film d’azione anni 80: auto figa, nemici selvaggi, nazisti a caso, il nerd che sa andare al computer, l’alter ego che sembra Karate Kid, i dinosauri perché andavano un casino, l’amicizia omo-macho. Un mix tra il revival estetico di “Drive” e le trovate spettacolari di serie C di “Sharknado”. Manca solo la tipa da limonare alla fine, ma Hoff era troppo impegnato a salvare il mondo, che volete oh?

La base del video sfrutta le scene del film Kung Fury (2013), che è già di suo uno spettacolo di trash, figuratevi con il buon Hoff montato in tutte le scene.

La canzone, chiaramente,  è stupenda, synth e arpeggiatori a pioggia su una drum machine piena di fill atomici. Quella che ti aspetti di ascoltare  mentre scali una montagna vestito come Rocky o mentre vinci una gara di ballo che sembra una guerra. Assolo compreso.

David è il garante della legalità. Il Di Pietro americano:

Schermata 2015-04-17 alle 11.27.21

Ma questo Di Pietro lo sa fare? Non penso proprio. Hoff > 1992.

Schermata 2015-04-17 alle 11.27.45

Di macchine se ne intende, anche di luci particolarmente omo. Benvenuti nel 1985.

Schermata 2015-04-17 alle 11.28.13

Hoff si è fatto crescere il mullet della festa, quello che agitandolo feconda le donne anche a km di distanza

Schermata 2015-04-17 alle 11.28.29

le quali però sembrano ormai a loro agio in un mondo post-atomico, vestite come regine vichinghe tenendo al guinzaglio cani radioattivi

Schermata 2015-04-17 alle 11.28.49

I loro uomini? Dei della morte, teppe pericolosissime. Hoff da solo non può farcela.

Schermata 2015-04-17 alle 11.29.25

Dio bòno, esclama Hoff, il mondo sembra proprio andare a puttane. Di chi sarà la colpa?

Schermata 2015-04-17 alle 11.30.01

Già, di Hitler.

Schermata 2015-04-17 alle 11.30.14

Allora Hoff crea un alter ego e lo manda ad uccidere tutti i cattivi in sua vece, nazisti compresi.

Schermata 2015-04-17 alle 11.30.35

Il tutto tramite il suo hacker di fiducia, un ragazzo tutto computer e onanismo

Schermata 2015-04-17 alle 12.14.46

Hoff canta e Karate Kid cerca le sue prede nella notte, in una sequenza che fa uscire il sangue dal naso

Schermata 2015-04-17 alle 11.31.09

Egli conosce le mosse assassine e mediante un sistema di telepatia computerizzata riesce ad instillarle nel ragazzo

Schermata 2015-04-17 alle 11.31.23

solo che di computer non ci capisce una sega e allora invece di farlo tornare indietro negli anni ’40 per ammazzare i nazi

Schermata 2015-04-17 alle 11.32.59

torna nella preistoria e si porta dietro un T-Rex. Che figo assoluto, quanto vorrei essere lui. Ma bando alle ciance:

Schermata 2015-04-17 alle 11.33.15

Il suo alter ego tramite mosse prese da Street Fighter uccide i nazisti

Schermata 2015-04-17 alle 11.33.51

e i due possono finalmente godersi la pace nel mondo a cavallo del loro nuovo amico, in un finale meglio di Titanic.

Schermata 2015-04-17 alle 11.35.34

 

Ok, ora che vi abbiamo spoilerato ben bene, guardatevi l’enorme video di “True Survivor”:

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
15,00 €

Maglietta Better Days calligrafica

100% cotone Modello unisex Serigrafia con scritta "Better Days" creata da calligrafo Bizantino Perché c'è sempre bisogno di giorni migliori
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >