Society
di Simone Stefanini 24 Febbraio 2015

Friends reinterpretato dagli hipster attaccati ai telefonini. Siamo davvero diventati così tristi?

Nessuno comunica, tutti attaccati a quei maledetti smartphone. Nel giro di 10 anni siamo diventati davvero così tristi?

Friends è il telefilm generazionale che ha accompagnato i fans dal 1994 fino al 2004, che ha sdoganato l’amore tra coinquilini, la vita confusa di chi finisce di studiare e deve cercarsi un lavoro, le serate in casa al cazzeggio invece di uscire, la crescita emotiva dei ragazzi che diventano uomini, le risate ed i pianti sempre insieme.

Le avventure di Rachel, Phoebe, Monica, Ross, Chandler e Joey ci sono ormai talmente entrate sotto pelle che consideriamo questi personaggi come dei veri compagni di viaggio. Look super anni 90, telefono fisso, poco internet, vita vera e niente paura. Ok, ma come sarebbe Friends se fosse girato con un manipolo di hipster nel 2015?

A questa domanda hanno risposto quelli di Nerdist, che hanno realizzato un video divertente, sarcastico ma anche inquietante. Nel rigirare la sigla, hanno riarrangiato il mitico pezzo “I’ll be there for you” dei Rembrandts in versione dubstep-electro, con il testo diverso (ci sarò per te, se mi tagghi prima tu – ci sarò per te, ma la batteria è veramente scarica) ed i nuovi protagonisti, tutti vestiti eccentrici mega-hipster, evidentemente non si sanno divertire e non comunicano, stanno solo attaccati allo smartphone, al massimo fanno qualche foto ai cocktail e al cibo.

Non ballano quando il dj li incalza, si infastidiscono se vengono colpiti dagli schizzi della fontana ed ognuno vive per i fatti propri, chattando con amici che non sono lì con loro. Poi inizia un puntata tipo, che dura nemmeno un minuto, in cui i sei ragazzi sono al Woodcat, hanno davanti le tazze di caffè e nessuno parla, stanno tutti zitti a guardare i propri cellulari. A coronare l’angoscia ed il disagio, le risate finte dalla regia. Tutti a voler sembrare qualcuno, ma a non saper neppure più parlare insieme.

Ovviamente è un’estremizzazione, ma davvero siamo diventati così tristi?

Schermata 2015-02-24 alle 15.21.52Schermata 2015-02-24 alle 15.22.11Schermata 2015-02-24 alle 15.06.44 Schermata 2015-02-24 alle 15.24.13Schermata 2015-02-24 alle 15.22.49 Schermata 2015-02-24 alle 15.23.17 Schermata 2015-02-24 alle 15.22.22   Schermata 2015-02-24 alle 15.23.56Schermata 2015-02-24 alle 15.24.32

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
70,00 €

KIT DELL'AMORE "MI AMI Festival 2020"

KIT DELL'AMORE “MI AMI Festival 2020” Contiene: due t-shirt due shopper quattro kit semi: due kit passiflora, peperoncino, melanzana e due kit mimosa, pisello, salvia quattro lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
35,00 €

KIT DEL SINGLE "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL SINGLE “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia due lattine bevanda del desiderio Il kit che avresti amato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >