Tatuarsi i gattini in Corea del Sud è reato, ma c’è chi lo fa ugualmente

La battaglia sotterranea dei tatuatori di Seul contro la legge del posto che impedisce a chi non è medico di aprire un negozio di tattoo.

Society
di Sabrina Pignataro 12 maggio 2015 09:58
Tatuarsi i gattini in Corea del Sud è reato, ma c’è chi lo fa ugualmente

Oggi sempre più persone vogliono riempire il loro corpo di tatuaggi. Ma non in tutti posti la cosa è così semplice da realizzare.

In Corea del Sud, ad esempio, non tutti possono aprire un proprio studio e questo perchè essendo il tatuaggio un prodotto potenzialmente invasivo, che può procurare effetti collaterali, puo’ essere applicato soltanto dal personale medico. Le leggi, in tal senso, sono molto severe. I tattooists che non sono in possesso della licenza medica rischiano grosso.
Ma gli artisti del settore non si perdono d’animo e lavorano underground. In particolare, sono attualmente molto in voga quelli che, seguendo le richieste dei loro clienti, tatuano sulla loro pelle i loro amici felini.

Sol Tattoo, un salone di Seul, è specializzato appunto in tatuaggi di gattini.

La crescente pressione da parte del pubblico però, sta incentivando il governo coreano a legalizzare queste botteghe clandestine.

Nelle foto qui di seguito, il lavoro di questi artisti sotterranei, sperando che la situazione possa cambiare in fretta.

FONTE | http

im 1
im 2 im 3 im 4 im 5 ciao im 7 im 8

COSA NE PENSI? (Sii gentile)