Society
di Simone Stefanini 27 Aprile 2016

Oggi compirebbe 55 anni Moana Pozzi, il sogno proibito degli italiani negli anni ’80

Come sarebbe stata oggi Moana? Di certo la sua figura manca a questa Italia

moana pozzi lunazione.it

 

L’ultima notte che resto con te, e poi domani tu vai via da me, non tornerai lo sento.

Così cantava Moana Pozzi nel 1989, 5 anni prima di morire misteriosamente a Lione, il 15 settembre del 1994, mettendo fine al sogno e alla liberazione sessuale di migliaia d’italiani. Moana, la pornostar signora, quella che dava i voti a letto ai politici e la prima donna ad essere presenza fissa in televisione tutta nuda, nacque il 27 aprile del 1961 e oggi compirebbe 55 anni.

 

 

Come sarebbe stata oggi Moana? Francamente non ce la vediamo a cercare le telecamere come una stella caduta dal dorato mondo della notorietà, a fare comparsate dalla D’Urso o da Giletti. Forse, alla fine, lei che è stata una delle più grandi icone della Prima Repubblica, si sarebbe accompagnata a un uomo potente e sarebbe sparita dalla vita pubblica. Oppure avrebbe fondato il suo partito, proprio come fece nel 1991 col Partito dell’Amore.

 

 

La politica è stata proprio il secondo amore di Moana. Nel suo libro La filosofia di Moana, la diva parlò a ruota libera dei rapporti intrattenuti con i vip dell’epoca, tra cui spiccavano Beppe Grillo (voto 7-) e Bettino Craxi, col quale ebbe una relazione di 8 mesi.

 

moana pozzi leccenews24

 

Moana ha iniziato la carriera di pornostar nel 1982, con lo pseudonimo di Linda Heveret in Valentina, ragazza in calore

 

 

Ma il vero successo in quel settore arriva con alcune pellicole a luci rosse che tutti i ragazzi dell’epoca hanno visto almeno una volta e che sono diventati l’educazione sessuale di un’intera generazione: Fantastica Moana, Moana bella di giorno e il mitico Cicciolina e Moana ai mondiali, in cui le due si danno da fare coi sosia dei calciatori di Italia 90.

 

dfghjskjk blogspot

 

Con Cicciolina ha avuto un rapporto conflittuale, ma Ilona Staller ci ha assicurato che non sono mai state nemiche, che c’è sempre stato un grandissimo rispetto, fino al giorno della morte. C’è stato anche un incontro segreto, durante la malattia di Moana, che Ilona ci ha raccontato nella nostra intervista esclusiva.

 

l43-pozzi6-130221175506_big rockit.it

 

Nel 1988 andò in onda su Italia Uno un programma delirante, L’araba fenice (scritto da Antonio Ricci) presentato da Mazouz M’Barek in cui la nostra eroina era la titolare di una rubrica, L’angolo della vergogna, in cui, completamente nuda, raccontava quanto le malefatte politiche e istituzionali di alcuni personaggi loschi fossero ben più oscene del suo onorato mestiere.

 

moana-araba-fenice-oly con.virgilio.it

 

La bellissima Moana ha ricevuto negli anni un bel po’ di tributi. Mitico quello di Sabina Guzzanti alla trasmissione Avanzi, su Rai Tre, che evidenzia il fare da maestrina della pornodiva, di certo un carattere forte, emancipato e unico rispetto alle sue altre colleghe.

 

 

Ben meno entusiasmante, la fiction di Sky del 2009 che riguarda la vita di Moana, interpretata per l’occasione da Violante Placido.

 

violante-placido-interpreta-moana-pozzi-nella-biopic-di-sky-dedicata-alla-leggendaria-diva-dell-hard-120367 movieplayer.it

 

Moana non è stata solo un personaggio, è stata un vento che per pochi anni ha spazzato il perbenismo del nostro paese vaticanocentrico mostrando che la donna poteva godere come e più dell’uomo, che poteva prendere in mano il gioco e dettare le regole.

Una donna bellissima che in un universo parallelo avrebbe potuto essere tutto ciò che voleva, ma che in questo ha deciso di dare tutta se stessa per il piacere, fino ad andarsene in punta di piedi, lasciando un alone di perversa santità. Noi, orfani della sua persona, abbiamo perso una stella polare e ci perdiamo nel mare nero dell’internet, in cui ogni cosa va maneggiata con cautela, che in attimo può diventare pornografia.

 

moana-pozzi-spunta-il-film-inedito-le-ultime-immagini-della-diva-17-585086 dagospia.it

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
7,00 €

T-SHIRT "MI AMI Festival 2020"

T-shirt ufficiale  “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids, sul retro lineup artisti. 100% cotone con illustrazione multicolor, disponibile nella variante colore bianca o viola. La t-shirt che avresti voluto indossare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >