Society
di Simone Stefanini 18 Dicembre 2014

Babbo Bastardo: 10 cartoline di Natale vintage che fanno rabbrividire

A cavallo tra l’Ottocento ed il Novecento avevano le idee chiare su quanto Babbo Natale potesse essere bastardo.

“Bambini, se fate i buoni, arriva Babbo Natale e vi fa tanti regali, se invece fate i cattivi vi porta il carbone!”

Già con questo piccolo ricatto, non è che si crescesse bene. Il pensiero che la notte del 24 dicembre arrivasse il grassone vegliardo, di rosso vestito con il suo corbello di regali e che al momento opportuno, dopo un giudizio estremamente severo, optasse per regalarci in strenna una balla di inutile e sudicio carbone, ci mandava ai matti. Cioè, le opzioni per quanto riguarda il dono di una fonte di energia, potevano essere scelte con più criterio: una tanica di benzina la si accetta sempre volentieri, il rame va a ruba anche nelle ferrovie, un’ampolla di gas butano qualche cosa ci fai, ma il carbone, è inutile anche nelle stufe a pellet.

Questa digressione serve per arrivare al punto: Babbo Natale può essere un gran figlio della melma. Lo sapevano bene a cavallo tra l’Ottocento ed il Novecento, quando nelle cartoline natalizie,  raffiguravano l’obeso proprio come meritava: come un bastardo vizioso, subdolo ed incline alla malevolenza.

Quelli che seguono sono fulgide rappresentazioni della tesi di cui sopra:

FONTE | vintag.es

Il sinistro anziano appare alle spalle di una bambina morta per lo spavento e tenta di rianimarla con un set di gnomi dallo sguardo fisso, anch’essi portatori di malocchio. (circa 1880)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (1)

 

L’ubriacone gira di casa in casa donando strenne tolte di rapina ai sacchi della Caritas, chiedendo di ritorno solo una mezza bottiglia di amarone da tracannare fino al collasso. (circa 1880)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (2)

 

Il viscido entra dal camino per procurare piacere non gradito alla famiglia che abita legalmente l’alloggio e con la mano indica a cosa ci dobbiamo attaccare nel caso ritenessimo questa sua pratica sgradevole. (circa 1885)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (3)

 

Il deforme urla frasi di giubilo ai bambini festanti, traendoli in inganno con l’irresistibile albero di Natale recante tra le altre, la bandiera della Svizzera, o forse della Danimarca, insieme a quella dell’Atletico Madrid. (circa 1880)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (4)

 

Il malevolo si veste come un satanista da operetta e reca con sé un filamento sospetto, probabilmente un messaggio in codice per i massoni al gabbio. (circa 1890)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (5)

 

Il sudicio pedofilo esce da un quadro, come nel peggior incubo di Laura Palmer, pronto a far passare all’ignara fanciulla il peggior momento della propria vita. (circa 1905)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (6)

 

Lo schifoso con la faccia lombrosamente sinistra, di ritorno da una rapina in villa, cerca di smaltire il bottino in paese,   improvvisando un mercatino davanti agli abitanti collusi e concussi non prima dell’inchino davanti alla casa del boss. (circa 1910)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (7)-1

 

L’assassino non vuole noie, tu gli hai chiesto un regalo e lui ti spara in bocca, così impari a rompere i coglioni. (circa 1912)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (8)

 

Burzum nella copertina dell’edizione variant di “Filosofem” (circa 1897)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (9)

 

Gandalf, dopo aver aiutato Frodo a sbarazzarsi dell’anello, ha perso il lavoro e sovente appare la notte della vigilia di Natale, giusto in tempo per vendicarsi con gli umani, regalando loro potentissime magie nere in grado di mandare in merda non solo il Buon Natale, ma anche il Felice Anno Nuovo. (circa 1890)

Vintage Sinister Santa Christmas Card (10)

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
17,00 €

KIT DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

KIT DEL DESIDERIO “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper quattro lattine Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
10,00 €

Maglietta unicorno Better Days

100% cotone Maglietta bianca Serigrafia con l'unicorno di ANDREA MININI realizzata per il Better Days Festival 2016.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 GRIGIO CHIARO

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W new silver (Grigio Chiaro), con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 VERDE

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W verde, con illustrazione completa del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro. Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
5,00 €

SHOPPER "MI AMI Festival 2020"

Shopper ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Bag bianca cotone con illustrazione multicolor. La shopper che avresti voluto acquistare. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

Borsa "La bellezza fa 40"

La borsa ufficiale della mostra "La bellezza fa 40" disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc. Bag bianca cotone con illustrazione nera.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >