Society
di Stefano Disastro 31 Ottobre 2012

Vibease, quello che manca nelle vostre storie a distanza

Per la serie c’è un momento in cui le storie a distanza mancano sempre di qualcosa.

D’altronde il nostro motto è ‘Confusion is Sexy’, quindi non possiamo che fare confusione anche con le stagioni, così questo autunno gelido sembra gonfiarsi di ormoni come nemmeno la più esplosa delle primavere a dar retta all’onda sex di alcuni post degli ultimi giorni. Ecco quindi l’ennesimo post SESSUALE, dedicato alle nostre bellissime lettrici impegnate in (difficili? belle? maledette? benedette?) storie a distanza.

D’altronde è dalla prima storia d’amore a distanza più o meno clandestina che ci si inventa modi per stabilire un contatto, anche a distanze più o meno siderali. Dalle classiche lettere grondanti poesia e desiderio (e ben più prosaiche descrizioni/richieste/fantasie sessuali) consegnate da piccioni viaggiatori o ambasciatori che non portavano pene, ops volevo dire pena (scusate i giochi di parole, ultimamente non so cosa mi è preso). E via di fantasia. Poi è arrivato il telefono e con lui le conversazioni serie (& sessuali) che arricchiscono solo le compagnie telefoniche e le cornette bollenti e via di ansimi e silenzi. Poi sono arrivati gli sms, che han messo insieme telefono e lettere e rapidità, portando il livello del sesso a distanza a una dimensione ancora diversa. Roba da copy semi-professionisti. E poi è arrivato Skype e ci ha messo di mezzo anche le immagini e per un pò sembrava andare bene così. Abbastanza intimo, caldo, divertente e funzionale.  E però qualcosa manca sempre, il famoso ‘contatto’ (ma d’altronde si parla di storie a distanza per questo, no?). Bene, in attesa del teletrasporto o di Matrix e la sua realtà parallela, siamo pronti a rompere anche questa ultima barriera del contatto nelle storie a distanza.

Si chiama Vibease ed è un vibratore che funziona in remoto attaccato all’iPhone/iPad, comandato via chat da lui promette nuove emozioni e un surrogato di presenza in attesa del prossimo incontro.

Aspettate a fiondarvi nei negozi però, dovrete aspettare (ancora) però, prima di scatenare le vostre fantasie. Il Vibease non è ancora disponbile sul mercato, si può solo preordinare fino al 30 novembre qui (consegna prevista febbraio 2013).



COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

MAGLIETTA MI AMI 2019 CUORE BIANCA

Maglietta t-shirt American Apparel N2001W bianca, con illustrazione "Cuore" del MI AMI FESTIVAL 2019 di Andrea De Luca davanti e lineup artisti dietro.  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Alessandro Ripane

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Ripane Alessandro Ripane è nato a Genova nel 1989. Ha vissuto e lavorato in Svezia. A causa della mancanza di animali selvaggi nella città di Genova, Alessandro si è comprato molti libri sull’argomento. A causa della mancanza di supereroi nella città di Genova, Alessandro si è comprato un sacco di fumetti a tema. È diventato quindi un esperto in entrambe le categorie, anche se ora disegna un po’ di tutto, tranne gli alieni, perché non è sicuro di come siano vestiti. Ora è impegnato a combattere la caduta dei capelli, a comporre una sofisticata musica del futuro, a imparare come disegnare gli alieni e a guardare tutti i film sui mostri e gli zombi che non ha ancora visto. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
5,00 €

BEVANDA DEL DESIDERIO "MI AMI Festival 2020"

Lattina ufficiale “MI AMI Festival 2020”, grafica disegnata da Alkanoids. Contiene desiderio, come è giusto che sia fatene l'uso che preferite. La bevanda che avresti voluto bere.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.  
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
10,00 €

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020”

KIT GARDENING “MI AMI Festival 2020” Contiene: una shopper un kit passiflora, peperoncino, melanzana un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
5,00 €

MANIFESTO "MI AMI Festival 2020"

MANIFESTO ufficiale “MI AMI Festival 2020” grafica disegnata da Alkanoids. Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Martina Merlini

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Martina Merlini Martina Merlini, artista visiva bolognese, classe 1986, vive e lavora a Milano. Il percorso artistico di Martina Merlini si snoda multiformemente nel solco dell’esplorazione, coinvolgendo una pluralità di tecniche, materiali e supporti che convergono nella ricerca di un equilibrio formale delicatamente costruito sull’armonia di elementi astratti e geometrici. Attiva dal 2009, ha esposto in numerose gallerie europee e americane. Dal 2010 al 2013, insieme a Tellas, intraprende il progetto installativo Asylum, che viene presentato a Palermo, Bologna, Milano e Foligno. Nell’estate del 2012 viene invitata a partecipare a Living Walls, primo festival di Street Art al femminile, ad Atlanta. Nel dicembre 2013 inaugura la sua seconda personale, «Wax» all’interno degli spazi di Elastico, Bologna, dove indaga l’utilizzo della cera come medium principale del suo lavoro, ricerca approfondita nella sua prima personale americana, «Starch, Wax, Paper & Wood», presso White Walls & Shooting Gallery, San Francisco. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >