Viaggi
di Raffaele Portofino 4 Giugno 2018

I 10 luoghi migliori per andare in vacanza nel 2018 ed evitare i turisti

Dal monastero buddista al viaggio spaziale: qualche consiglio per volare, almeno con la fantasia, e fare una vacanza incredibile

Sta per iniziare l’estate e molti di voi non vedono l’ora di andare in vacanza, si sentono già felici, in fibrillazione per quei giorni di puro relax da passare sulla spiaggia, in montagna o in città sconosciute. È scienza, bitch. Uno studio ha rivelato che le persone che stanno per viaggiare, sono più contente prima di partire che dopo il viaggio. Bella scoperta: la felicità risiede nell’attesa, nel cercare la località, nel sognarla. Finito tutto si può essere soddisfatti, ma si sa che si è pronti per tornare alla solita routine.

Detto questo, molti di voi potrebbero non aver voglia di visitare sempre le solite mete e allora ecco 10 luoghi spettacolari da vedere almeno una volta nella vita, per stare alla larga dai turisti e dagli scocciatori. Sembra un piano infallibile.

 

1) Tobago – Trinidad e Tobago

verbano-viaggi-omegna-baveno-verbania-vacanza-mare verbanoviaggi

Quando andare: da gennaio a maggio
Cosa vedere: Pigeon Point Beach
Avete presente l’isola deserta che tutti sognano quando vogliono scappare dallo stress? Eccoci. Magari proprio deserta non sarà, ma Tobago è un paradiso dei Caraibi, fatto di spiagge bianche, sabbia fina e acqua pulita. Perfetto non solo per poltrire, ma anche per fare surf, andare in barca, fare paracadutismo e immersioni subacquee. Di certo è un posto per turisti attivi,  che hanno voglia di fare cose. Infatti nella vicina Trinidad proprio nei primi mesi dell’anno ci sono degli assurdi party di Carnevale. Andate subito, lì è estate!

 

2) El Calafate – Patagonia

El_Calafate_9130 gotravelaz

Quando andare: da novembre a dicembre, da marzo a aprile
Cosa vedere: il ghiacciaio Perito Moreno, l’ingresso di Los Glaciares National Park
La Patagonia è gigantesca, la sua superficie copre più di 400.000 mq tra Cile e Argentina. Se ci fate un viaggio solo, vedete poco. Se però non avete tempo illimitato per i viaggi, dovete andare assolutamente a El Calafate, l’ingresso di Los Glaciares National Park, il parco nazionale più grande di tutta l’Argentina. Il 30% della sua superficie (di 2.800 mq) è ricoperto di ghiaccio, che assume forme e colori incredibili. Il ghiacciaio chiamato Perito Moreno, da solo vale tutto il viaggio, perché è uno spettacolo della natura che raramente capita di vedere nella vita.

 

3) Kakadu – Australia

1450607635 qualitygroup

Quando andare: da maggio a ottobre.
Cosa vedere: gli antichi graffiti aborigeni di Nourlangie
Se pensate di aver già visto il parco nazionale Kakadu, è perché c’è stato girato il film che ha fatto conoscere l’Australia al mondo negli anni ’80: Mr. Crocodile Dundee. È patrimonio dell’Unesco dal 1981 e si trova nei territori del nord, a un paio d’ore da Darwin. Certo, per fare un viaggio lì dovete essere assolutamente amanti dell’avventura, perché ne troverete tanta, tra cascate, flora e fauna mai vista prima. Dall’alto, se ci tenete a perlustrare il posto in aereo, si vedono i graffiti aborigeni giganti. Niente male.

 

4) Chengdu – Cina

group-photo1-1024x682 twolittlecavaliers

Quando andare: aprile, ottobre e novembre
Cosa vedere: i panda
Se l’immagine qui sopra vi ha già fatto prendere il biglietto aereo, va bene così. Sì perché a Chengdu, in Cina, c’è il più grande centro per la riproduzione dei panda nel mondo. La città non è proprio piccola, conta più di 4 milioni di persone ed è un punto fermo del turismo dei cinesi. La città è un importante centro culturale mondiale da 4000 anni, quando la civiltà occidentale ancora non esisteva. E poi ci sono loro, gli orsetti bianchi e neri che mangiano il bambù e che sono tra gli animali più adorabili del pianeta.

 

5) Isole Svalbard – Norvegia

961d3c83fdb52ecc58afbb3714f7edad nordnorge

Quando andare: da novembre a febbraio per l’aurora boreale, da maggio a settembre per le attività all’aperto
Cosa vedere: un orso polare, l’aurora boreale
Andare nelle isole Svalbard non è proprio un viaggio facile. Si trovano vicino al Circolo Polare Artico e sono la casa di oltre 3000 orsi polari. Praticamente, più orsi che abitanti. Consigliato solo agli amanti del freddo, perché sarete a una temperatura costantemente sotto lo zero e non ci sono guide turistiche che vi facciano fare foto con gli orsi. Infatti gli animali, più che un’attrazione, sono un pericolo sia per i turisti che per i locals. Però se ne vedete uno a distanza di sicurezza, rimarrete stupefatti. Così come dall’aurora boreale, che però si manifesta raramente e solo nel rigido inverno.

 

6) Bhutan – Himalaya

Tiger's Nest at Paro Bhutan tourradar

Quando andare: da marzo ad aprile, da settembre a ottobre
Cosa vedere: il Monastero Taktsang Palphug
Il regno buddista di Bhutan non è famoso come il Nepal, ma proprio per questo è assolutamente da visitare, per un viaggio alla scoperta di se stessi. Il monastero che si erge sul fianco della montagna è difficile da raggiungere, ma una volta lì, vale da solo il prezzo della vacanza. In Bhutan il turismo non è di quantità, ma di qualità e ha un costo elevato. Però si tratta di quel tipo di viaggio che può cambiare la vita.

 

7) Skye & Lochalsh – Scozia

eilean-donan-castle-1220-loch-duichear-kyle-of-lochalsh-scotland-8aa0.jpg-cropper-925x443 royalhighlandhotel

Quando andare: da maggio a settembre
Cosa vedere: il castello di Eilean Donan
Le Highlands scozzesi sono uno dei luoghi più affascinanti d’Europa. Oggi stanno addirittura diventando un polo d’attrazione per una cosa che niente ha a che fare con la bellezza del posto: si tratta di un’autostrada che attraversa tutto il nord della Scozia, una cosa tipo la Route 66 americana ma con i castelli al posto delle palle di fieno che rotolano. Qui il panorama lascia senza fiato e l’attrazione più spettacolare è il castello di Eilean Donan, che dal 13° secolo sembra che esca dalle acque.

 

8) Mafia Island – Tanzania

whaleshark mafiaisland

Quando andare: tutto l’anno
Cosa vedere: tutta la flora e la fauna sott’acqua
Il nome è piuttosto strano e incredibilmente non stiamo parlando della Sicilia, ma di un’isoletta a ovest della Tanzania, nell’Oceano Indiano, in cui durante tutto l’anno potete abbronzarvi e fare delle gite subacquee meravigliose, alla scoperta della flora e della fauna mai vista così da vicino, grazie alle acque limpide. È il paradiso dei sub e di quelli che amano rilassarsi e lasciarsi alle spalle tutto lo stress accumulato.

 

9) Manchester – Inghilterra

manchester nationalrailenquiries

Quando andare: tutto l’anno
Cosa vedere: il centro culturale The Factory
Se siete tra quelli che hanno già visitato tutte le città europee più famose, potreste per una volta cambiare obiettivi e al posto delle varie Londra, Barcellona o Parigi, andare a Manchester, città industriale che sta diventando la capitale culturale del paese. Il centro culturale The Factory diventerà la sede del Manchester International Festival. Per i nostalgici, è la città che ha dato i natali ai Joy Division e agli Smiths.

 

10) Spazio

featured-space-policy marshall

Quando andare: tutto l’anno
Cosa vedere: tutto
No, non vi stiamo prendendo in giro. Lo spazio, già da quest’anno diventerà la destinazione finale. Certo, per viaggiare fuori dall’atmosfera della Terra dovrete essere molto, molto ricchi. L’obiettivo dei miliardari è infatti quello di rendere il turismo spaziale una realtà nel giro di qualche anno, tramite jet spaziali privati. Se siete interessati  potete andare su una sorta di mongolfiera galattica a 20 miglia sopra la Terra. Il costo dell’operazione? 50 milioni di dollari.

FONTE | Mashable

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

17,00 €

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020”

KIT OUTFIT “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
15,00 €

Maglietta "La bellezza fa 40"

100% cotone Maglietta bianca Gildan Heavy Cotton Illustrazione di Alessandro Baronciani per la mostra "La bellezza fa 40" Serigrafata a mano da Corpoc.
5,00 €

Borsa "MI AMI Festival 2019"

La borsa ufficiale del “MI AMI Festival 2019”. Bag bianca cotone con illustrazione nera di Andrea De Luca.  
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
25,00 €

KIT GARDENER "MI AMI Festival 2020"

Kit GARDENER “MI AMI Festival 2020” Contiene: una t-shirt una shopper due kit semi: un kit passiflora, peperoncino, melanzana e un kit mimosa, pisello, salvia Il kit che avresti desiderato.  Gli ordini verranno evasi dopo il 20 luglio.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di VitoManoloRoma

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari VitoManoloRoma Attualmente vive a Milano e lavora come freelance in qualità di grafico, illustratore, animatore e fumettista. Si forma presso il Liceo Artistico statale di Busto Arsizio, poi la compagnia di teatro sperimentale Radicetimbrica e termina gli studi al Politecnico di Milano dove si avvicina al Graphic Design. Durante i primi anni di professione come progettista e illustratore in alcuni studi di grafica milanesi, continua a disegnare e partecipa a mostre collettive di illustratori, fra le quali «Spaziosenzatitolo» (Roma), «Doppiosenso» (Beirut) e «Manifesta» (Milano). Con il collettivo di satira a fumetti L’antitempo fonda l’omonima rivista con la quale vince il Premio Satira 2013 come miglior realtà editoriale italiana. Appassionato di musica africana, afroamericana e jamaicana, colleziona vinili che seleziona con i collettivi Bigshot! e Soulfinger nei locali neri e non di Milano. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Thomas Raimondi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Thomas Raimondi Nato a Legnano (MI) il 17 Maggio 1981. Laureato al Politecnico di Milano in Design della Comunicazione. Graphic e visual designer freelance attivo nella scena underground con numerose pubblicazioni (Luciver Edition, Faesthetic, Belio, Le Dernier Cri, Laurence King.) e mostre in Italia e all’estero. Le ultime personali «Burn Your House Down» nel 2013 presso la galleria Kalpany Artspace di Milano (Circuito Rojo) e la residenza d’artista per Alterazioni Festival 2014, Arcidosso (GR) con l’istallazione site-specific «Inside/Outside». Lavora e ha lavorato per diverse realtà nazionali ed internazionali come VICE, Rolling Stone Magazine, Rockit, Mondadori, Men’s Health, Salomon, Motorpsycho, T-Post e molte altre. Nel 2008 ha ricoperto il ruolo di docente d’illustrazione presso l’accademia NABA di Milano continuando, a oggi, a collaborare con regolarità. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >