Ambiente
di Marco Beltramelli 7 Luglio 2021

Questo dove lo butto? Le menzogne dietro le etichette

“Occhio all’etichetta” è Il dossier con cui EconomiaCircolare.com e Junker hanno svelato come 6 etichette su 10 non riportino indicazioni corrette per attuare al meglio la raccolta differenziata.

E questo dove lo butto? Quante volte ci siamo fatti questa domanda di fronte ai bidoncini domestici della raccolta differenziata. Con materiali sempre nuovi e complessi e imballaggi che contengono diverse componenti, districarsi è sempre più difficile. Le informazioni riportate sugli involucri dei prodotti, del resto, non ci aiutano, e spesso le diciture sulle confezioni più che chiarire confondono. Ravvisati questi problemi, il web magazine EconomiaCircolare.com e Junker, l’applicazione per la raccolta differenziata più evoluta d’Italia, hanno avviato un piccolo ma significativo esperimento raccogliendo gli imballaggi di 90 prodotti per analizzarne le informazioni su composizione e riciclabilità riportate nelle etichette.

Delle 90 etichette esaminate, 10 sono risultate non corrette, 37 incomplete, 7 non riportano alcuna indicazione e 36 sono corrette. Solo il 40% delle indicazioni, quindi, può considerarsi pienamente efficace e facilmente comprensibile dagli utenti. Il dettaglio degli “orrori” e delle imprecisioni è riportato nel dossier “Riciclabilità degli imballaggi: occhio all’etichetta!“: ad ogni imballaggio è associato un semaforo che si illumina di rosso, giallo e verde a seconda che ci sia un errore grave, una imprecisione o tutte le informazioni corrette, mentre il semaforo resta spento nei 7 casi in cui al consumatore non viene offerta alcuna indicazione su come conferire l’imballaggio.

Un’immagine tratta dal dossier  Un’immagine tratta dal dossier

“I risultati di questo dossier – commenta Noemi De Santis, responsabile comunicazione di Junker – dimostrano che c’è ancora tanta strada da fare per centrare la sfida lanciata dal decreto 116/2020 in materia di etichettatura ambientale. Sappiamo che non è facile maneggiare la complessità che si cela dietro un imballaggio. Ma le aziende hanno il dovere di fare chiarezza sui packaging dei prodotti che mettono in commercio”. Analizzando i 90 imballaggi, in molti casi si riscontra l’uso di grafiche e simboli diversi per indicare lo stesso tipo di materiale da differenziare. Per indicare il conferimento nella carta, ad esempio, sui casi presi in esame sono state individuate ben quattro tipologie di etichette diverse, ma tra termini impropri e colori non ufficiali, le problematiche individuate dal dossier non finiscono qui. Dall’indagine emergono anche altre strane diciture come quella di chi suggerisce in etichetta di rivolgersi al proprio Comune per conoscere la modalità di smaltimento. “I Comuni non hanno il personale, le conoscenze e nemmeno l’obbligo di scendere così nel dettaglio. Rimanderebbero probabilmente al numero verde dei gestori della raccolta, ma anche questi ultimi non sono tenuti né a conoscere né a trasmettere tutte quelle informazioni” precisa Noemi.

Il caos attuale dovrebbe durare ancora pochi mesi, nel 2022 entrerà in vigore la norma del decreto legislativo 116/2020 che introduce la cosiddetta “etichetta ambientale”, alla cui messa a punto ha lavorato il Conai con l’Istituto Italiano Imballaggio, UNI, Confindustria e Federdistribuzione, mettendo a punto specifiche linee guida, come dichiarato da Simona Fontana, responsabile dell’Area prevenzione e del Centro studi Conai: “Stiamo ricevendo davvero tantissime richieste di supporto e segnalazioni da parte delle aziende per la realizzazione di un’etichetta che sia coerente con le linee guida, che di fatto rappresentano un’interpretazione del testo di legge. Se il nostro Paese sarà in grado di dimostrare che la sua è una buona pratica, sicuramente c’è la possibilità che quello italiano sia adottato come modello a livello europeo”. E magari a quel punto, sia in Italia sia nel resto del Vecchio Continente, ci saranno finalmente meno facce perplesse davanti a un’etichetta e ai bidoni della differenziata.

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

10,00 €

Cannucce in vetro

Simbolo dell’effimero e del superfluo, le cannucce, proprio della loro natura ludica e usa e getta, sono diventate uno dei primi capri espiatori nella battaglia alla plastica . Molti locali delle grandi città hanno ormai abbandonato le cannucce, altri addirittura si proclamano plastic free, ma se proprio non volete rinunciare al supporto per sorseggiare il vostro gin tonic, questo kit è veramente carino. CARATTERISTICHE Materiale: Vetro ad alta borosilicato Formato: 200mm * 8 millimetri Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.  
39,32 €

Macchina del rumore bianco

I rumori vi danno fastidio, ma la sensazione delle cuffie mentre dormite vi urta? Utilizzate soprattutto per favorire il sonno dei neonati, queste macchine, generando rumore bianco, sono in grado di insonorizzare le stanza. Ma le funzioni del modello che abbiamo selezionato per voi non finiscono qui: è possibile impostare un timer, sono presenti diverse modalità di luci rilassanti e anche differenti funzioni di suoni naturali per conciliare al meglio il sonno. Ad esempio, potete simulare il rumore della pioggia anche ad agosto. Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.  
1,08 €

Spugna Cetriolo

Sarebbe meglio scegliere prodotti e cosmesi eco friendly, optare per saponi e detersivi sfusi con flaconi ricaricabili. Ma chi hai mai pensato alle spugne? Le spugne sono prevalentemente costituite di polimeri espansi, ed usandole, per pulirci o per pulire, sono un vero e proprio ricettacolo di batteri, motivo che ne determina un ricambio costante. Conoscevate la luffa? La luffa è una pianta della famiglia delle zucche che una volta giunta a maturazione si secca e tagliata in due diventa un spugna perfetta. Questa specie di cetriolo è usato da secoli da tutti i popoli dell’area indo asiatica ma si adatta perfettamente anche al nostro clima ed è di facile coltivazione. Provale, se ti piace puoi sempre crescere un albero di spugne. CARATTERISTICHE Materiale: Luffa Dimensione: 7.5 cm Diametro della sezione: 5cm Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.
11,24 €

Posacenere antivento

Cosa c’è di meglio che godersi una bella fumata all’aria aperta, magari immersi nella natura di uno splendido panorama. Come di consueto, a Dailybest prestiamo sempre un occhio di riguardo per l’ambiente, questo posacenere non solo proteggere il vostro spinello da indesiderate folate di vento, comodo e portatile, eviterà di dimenticarvi indesiderati mozziconi nella vostra spiaggia preferita. CARATTERISTICHE Materiale:  acciaio inox e borosilicato di vetro resistente al calore Formato: 8.5*11.5 centimetri Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.
10,00 €

Fontana per api

La maggior parte delle api non muore direttamente per colpa dei pesticidi, ma per gli effetti secondari (stordimento e confusione) che la portano a sbagliare strada e soccombere per il caldo e la fatica. Ponendo quest’abbeveratoio tra i rami fioriti di una vostra pianta realizzerete un perfetto Autogrill per insetti. Materiale: Plastica Colore: Trasparente + Giallo Size: 13X15X8.5cm Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.
20,26 €

Tenda a vela per esterno

Preparati a vivere una primavera all'insegna dell'outdoor. Nel 2021 ti sembra un refuso? Errore, parliamo del tuo giardino. La tenda a vela per esterno donerà il giusto appeal al tuo terrazzo, oltre alla perfetta ombra per pranzi e\o smartworking all'aria aperta.  La sua forma concava si presta anche in caso di vento o pioggia -per sfuggire a passeggiate con il cane o videochiamate con i parenti-, il suo tessuto resistente e impermeabile presenta inoltre una grande resistenza a muffa e strappi. Il facile kit di fissaggio, permette di movimentare la tenda e riporla in una comoda sacca.   Materiale: poliestere Dimensione: 2 x 2 x 2 m Colore: grigio, beige, sabbia, verde, rosso Prodotto spedito dalla Eu e non Tempi di consegna: 20/30 gg.
20,10 €

Hotel per insetti

Potete realizzare una casetta per insetti anche a casa divertendovi con i vostri figli e nipoti utilizzando tappi di bottiglie, bottoni e bulloni di diversi formati. Ma se siete pigri o avete poca dimestichezza con il “fai da te”, questa casetta è l’opzione che fa per voi. Le diverse strutture permettono la presenza di specie differenti, un vero e proprio ostello per insetti che attirerà in particolare le coccinelle, la miglior risposta biologica all’uso dei pesticidi. Materiale: Legno Modello; A;B Dimensioni: A: app.25cmx4cmx35cm/9.84inx1.57inx13.78in B: app.19.5cmx4cmx29.5cm/7.68inx1.57inx11.61in Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.  
25,44 €

Argilla

Vi chiederete perché. Forse per farsi una maschera? Certo, ma anche e soprattutto per realizzare delle seed bombs. Basterà mischiare l’argilla con del terriccio generico e una manciata di qualsiasi seme a disposizione. Il vandalismo non è mai stato così ecologico. Lanciatela in uno spazio fatiscente, domani vi sarà un’aiuola. Prodotto con spedizione extra-UE. Tempi di consegna: 30 gg lavorativi.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >