Le geometrie impossibili di Cinta Vidal

C’è chi pensa a Escher e chi pensa a Monument Valley

Art
di Marco Villa facebook 5 maggio 2015 11:35
Le geometrie impossibili di Cinta Vidal

Mondi strani, impossibili, ripiegati su se stessi contro ogni legge della fisica e ogni principio della logica.

Puoi pensare ai lavori di Escher oppure, se sei più pop, agli scenari di Monument Valley, il gioco della principessa silenziosa che attraversa scenari lontani in cui la prospettiva e gli orizzonti non sono mai quelli che sembrano.

Al di là dei riferimenti, le opere di Cinta Vidal, in arte Cinta Pinta, sono qualcosa di spiazzante, in cui nulla è scontato. La serie Gravitant, in mostra presso la galleria Miscelanea di Barcellona è un esempio perfetto dello stile di Cinta, che riesce a unire geometrie impossibili e un tratto leggero e fumettoso.

1427794197_PuebloBola-Cintapinta.jpg.standard865

1428672111_Cupula-Cintapinta.jpg.standard865

1428672116_Escales2-Cintapinta.jpg.standard865

1428672121_Terrazas-Cintapinta.jpg.standard865

1428672369_Barrio-Cintapinta.jpg.standard865

1428672385_Mudana4-Cintapinta.jpg.standard865

1427794201_Mudanza-escaneado-Cintapinta.jpg.standard865

1427794193_Vacaciones-Cintapinta.jpg.standard865 1428673007_Mudana5-Cintapinta.jpg.standard865

1430772282_ROCAJAPONESAf.jpg.standard865

 

COSA NE PENSI? (Sii gentile)