Art
di Simone Stefanini 24 Aprile 2018

Pennarelli, storie da raccontare e DIY: l’arte di Eliana Albertini

Conosciamo meglio Eliana Albertini, che già a 5 anni realizzava autoproduzioni, che illustra, pubblica graphic novel e che troveremo al MI AMI Festival in veste di reporter a fumetti

© Eliana Albertini  © Eliana Albertini

 

Eliana Albertini è un’illustratrice e fumettista nata ad Adria (RO) nel 1992. È diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ma realizza autoproduzioni dall’età di 5 anni. Una bambina prodigio del DIY, praticamente. Nel 2014 è una delle fondatrici del collettivo Blanca, la cui missione è quella di divulgare storie per bambini. Ha collaborato con case editrici, riviste, fanzine, e piattaforme online. Nel 2017 è uscito il suo primo libro a fumetti edito da BeccoGiallo, Luigi Meneghello, apprendista italiano.

Il 25 e 26 maggio farà il report a fumetti del MI AMI Festival a Milano. L’abbiamo intervistata per conoscerla meglio.

 

Chi sei, quanti anni hai, da dove vieni?
Mi chiamo Eliana, ho 26 anni, sono nata in provincia di Rovigo e ho vissuto in un piccolo paese disperso fra i rami del delta del Po. Non ho nomi d’arte perché il mio è già abbastanza difficile da ricordare, ma una volta mi hanno chiamata Eliananas e da allora vorrei metterlo nella carta d’identità.

Dove sei adesso?
Dopo aver vissuto cinque anni a Bologna sono tornata nel mio paese natale, per portare avanti dei progetti. Una specie di residenza d’artista. Amo Bologna e medito di tornarci, ma non do niente per scontato. La verità è che medito tante cose.

La prima cosa che hai disegnato e l’ultima?
L’ultima cosa che ho disegnato sono una serie di disegni a pennarello, fatti per esprimere delle sensazioni brutte che ho dovuto trasferire dal corpo alla carta, per liberarmene. E chiuderle in un cassetto. La prima cosa che ho disegnato… credo una serie di disegni a pennarello. Sul muro.

© Eliana Albertini  © Eliana Albertini

 

Hai dei rituali prima di metterti al lavoro e dopo aver finito?
Niente di particolare o esoterico (anche se mi piacerebbe). Devo solo mettere in ordine tutto, dalla scrivania al pavimento spazzato. Alla fine devo assolutamente sbloccare tutti i punti del corpo che si sono annodati stando ricurva sulla scrivania (si, mi immagino sempre così), quindi mi dedico a dell’esercizio fisico o a delle passeggiate. Quando non sono soddisfatta di quello che sto facendo le passeggiate sono lunghiiiiiiiiissime.

Qual è la tua tecnica preferita e perché?
Non ho una tecnica preferita, ne ho cambiate molte. Sento sempre l’esigenza di usare la tecnica come un mezzo per accentuare il messaggio, quindi ogni volta cerco quella giusta. Ho usato più di tutto il resto le matite colorate perché per un periodo mi hanno aiutata a comunicare meglio delle cose, ma adesso forse non è più così. Ho sempre invidiato un po’ chi riesce a gestire ogni cosa con una chiave personale, ma per me, per ora, è ancora impossibile.

 

© Eliana Albertini  © Eliana Albertini

 

Qual è l’errore che un artista non dovrebbe mai commettere?
Essere pigri e non rifare quando una cosa è venuta male, malissimo. Ovviamente un altro errore è quello di buttare gli scarti.

Che rapporto hai con le tue opere? Le vendi senza problemi o fai fatica a staccarti?
Non ho mai venduto dei disegni originali, ma sto cercando di abituarmi all’idea. Magari potrei cominciare da quelli dell’asilo, visto che li ho tenuti TUTTI.

Per saperne di più, visitate il suo Tumblr.

 

Luigi Meneghello. Apprendista italiano, di Eliana Albertini

Compra | amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di CT

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari CT L’opera di CT affonda le sue radici nella cultura del Writing. Dalle prime sperimentazioni, influenzate dagli stili più classici dei graffiti, è passato in modo progressivo ad una ricerca minuziosa capace di cogliere ed evidenziare i cambiamenti del paesaggio urbano. Le fascinazioni ricevute dai graffiti sono tuttavia presenti nelle fasi di questo processo: il soggetto-oggetto della sua analisi, le tecniche utilizzate ed in parte i luoghi scelti per i suoi interventi. L’interesse per il lettering si è quindi trasformato in espediente per lo studio della forma fino ad approdare, oggi, ad una ricerca più ampia relativa allo spazio e alle dinamiche contemporanee. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Moneyless

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Moneyless Nato a Milano nel 1980 Teo Pirisi aka Moneyless. Per anni ha ricercato e investigato i diversi aspetti delle forme e degli spazi geometrici come artista visivo. Dopo essersi diplomato all’Accademia d’Arte di Carrara (corso multimedia), Teo ha frequentato un corso di Design della Comunicazione all’Isia di Firenze. Contemporaneamente sviluppa una carriera artistica che lo porta ad esibire i suoi lavori in spazi pubblici e luoghi abbandonati.Teo è anche graphic designer e illustratore freelance; negli ultimi anni ha partecipato a diverse esibizioni collettive e personali in Italia e nel mondo. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >