Le opere d’arte più famose reinventate con il cibo

Opere d’arte di pittori famosi reinventate con cibo.

Art
di Sabrina Pignataro 15 gennaio 2015 16:09
Le opere d’arte più famose reinventate con il cibo

Acclarato che più di un bel quadro attira del buon cibo, purchè sia di ottima qualità e cucinato bene, ecco l’idea della fotografa russa Tatiana Shkondina, giusto per spingerci ad apprezzare di più l’arte.

Alcuni quadri sono davvero troppo belli da guardare e alcuni cibi troppo buoni da mangiare, almeno quanto basta per unire le due cose e farci una mostra fotografica.

Shkondina utilizza il cibo per ricreare famose opere di alcuni dei più grandi pittori del mondo dell’arte, come Vincent Van Gogh, Pablo Picasso e Salvador Dalì.

Proprio come anguria, formaggi e cioccolato diventano un elegante quadro di Mondrian, un vortice di mirtilli si trasforma nel cielo notturno di van Gogh e una coltre di more nere la piazza immaginata da Malevich.

Rifatevi gli occhi con queste grandi opere d’arte ricreate col cibo, con particolare attenzione per le donne in gravidanza che, ammirando un dipinto di Van Gogh, potrebbero improvvisamente aver voglia di lenticchie.

[qui]

Salvator Dalì – La persistenza della memoria:

dali

Hokusai – Vento del Sud, cielo sereno:
hokusai

Wassily Kandinsky – Diversi cerchi:
kandisky

Gustav Klimt – L’albero della vita:
  kilmt

Rene Magritte – Il figlio dell’uomo:
magritte

Kazemir Malevich – Piazza nera:
black square

Piet Mondrian – Composizione in rosso, giallo e blu:

mondrian

Pablo Picasso – La colomba della pace:
picasso

Vincent Van Gogh – Girasoli:

van gog 2


Vincent Van Gogh – Cielo stellato: 

van gog

Andy Wharol – Segno del dollaro:
wharol

COSA NE PENSI? (Sii gentile)