Questa fotografa usa vetrini da microscopio per trasformare le sue foto in originali autoritratti

I vetrini da laboratorio diventano protagonisti degli stranissimi autoritratti di una fotografa italiana

Art
di monkeybox 2 febbraio 2015 10:50
Questa fotografa usa vetrini da microscopio per trasformare le sue foto in originali autoritratti

A volte capita di passeggiare osservando ciò che ci circonda e di pensare “vorrei trovarmi lì, in questo momento”, “mi piacerebbe stare su quell’altalena”, “vorrei andare da quella parte, per riflettere da solo”…

Alessia Zanchi, fotografa italiana, realizza ogni settimana un’immagine che rappresenta questa necessità di abitare il mondo in cui abitiamo in modo diverso da come siamo abituati.

In questo progetto fotografico, pensato come un’idea per Instagram e portato avanti su questo social (il suo profilo si chiama monkey-box, come per indicare una sorta di piccolo mondo racchiuso nel formato quadrato dell’immagine), la fotografa si ritrae stilizzata sul vetrino che estrae ogni volta dalla tasca.

Con questa tecnica espressiva si inserisce in ambienti e situazioni che colpiscono la sua sensibilità, creando composizioni evocative e a volte malinconiche.

In altre parole, un modo diverso per intendere l’autoritratto!

via: monkey.box

14

24

34

44

54

64

74

84

94

104

COSA NE PENSI? (Sii gentile)