MP5 artista Roma
Art
di Sandro Giorello 29 Settembre 2016

Riempire gli spazi: le bellissime opere di MP5

Nei suoi lavori ci spinge a interpretare la società che ci circonda, con uno stile tra il fumetto e la street art. L’abbiamo intervistata

mp5-roma MP5 artista Roma www.mpcinque.com Dog Star, MP5

 

MP5 è una giovane artista romana che, da tempo, si è fatta notare per i suoi lavori. Tratto netto e marcato, colori piatti e omogenei. Compone figure – spesso uomini o donne –  capaci di trasmettere un’inquietudine molto particolare.

Negli anni si è approcciata ai formati più diversi, a partire dai fumetti fino a grandi opere murali, ora in molti la considerano una street artist ma, in realtà, il suo è un progetto molto più ampio.

Mi occupo di arte visiva, il media che utilizzo dipende sempre dal tipo di progetto a cui sto lavorando in quel momento” – commenta MP5 – “Tutto parte dall’idea, il media da utilizzare viene in un secondo momento. Dieci anni fa venivo accostata al fumetto, ora alla street art, ma non mi hanno mai interessato queste etichette”.

 

Il tuo stile è decisamente riconoscibile: usi tratti netti e colori omogenei, spesso bianco e nero. Come ci sei arrivata?
Mi hanno sempre colpita gli artisti che riuscivano a creare atmosfere e suggerire messaggi con pochi tratti semplici e usando pochi colori. L’uso del bianco e nero può sembrare semplice a prima vista, ma ovviamente non lo è. Riuscire a trovare il giusto equilibrio del pieno e del vuoto, del bianco e del nero a seconda dell’intento, richiede tempo. Sono due decenni che questa ricerca pervade il mio lavoro.

Sai essere veloce ed estemporanea o anche il disegno più semplice richiede molto lavoro di studio e di preparazione?

Ci sono progetti che prendono forma e che vedono la luce in pochissimo e tempo ed altri, invece, che richiedono più lavoro e incontrano parecchi ostacoli nel cammino. In generale cerco di non lasciare mai nulla al caso, i dettagli sono più importanti dell’opera generale.

 

mp5-street-art-roma19 MP5 artista Roma www.mpcinque.com Radice del male, MP5

 

Un’altra caratteristica spesso presente nei tuoi lavori è spingere chi li guarda ad una riflessione su determinati temi sociali e politici. Quanto è importante per te questo aspetto?

Mi interessa rappresentare le ambiguità del contemporaneo, spingendo il fruitore a fare una buona parte del lavoro nella lettura critica dell’opera e della realtà.

La cosa più difficile in tal senso qual è?

Il pubblico, in generale, cerca delle immagini facili da condividere e a volte succede che la sua sia una lettura veloce, che si fermi allo strato più superficiale. La lettura di un’immagine dipende non solo dall’immagine in sé ma dal contesto nella quale viene collocata.

 

 

Ci racconti brevemente Phantasmagorica, il progetto realizzato insieme al compositore Teho Teardo e andato in scena allo Short Theatre di Roma a inizio mese?
Phantasmagorica è un progetto ideato per il teatro, dove lo spazio teatrale è pensato come uno spazio dell’inconscio e dove le immagini si possano animare e danzare sulle note della musica di Teho. Phantasmagorica è l’omaggio ad un teatro del passato fatto di trucchi e gesti volti a provocare lo stupore o la paura. Era il teatro delle apparizioni, della lanterna magica, delle illusioni. Qui la proiezione delle immagini e l’esecuzione musicale e il buio, invitano il pubblico in una dimensione sospesa, la messa in scena di uno spettacolo d’illusionismo, o dello spazio della nostra mente. Dopo questo debutto ci stiamo preparando per le date europee.

Ci sono degli artisti che ti hanno davvero influenzato e che puoi considerare fondamentali nel tuo percorso?
Credo di avere avuto e di avere tuttora tantissimi riferimenti, spesso involontari. Sono io stessa una collezionista di libri d’arte, fumetti, dvd e stampe da quando ero piccola. Ho sempre amato il fumetto underground Americano degli anni ’70 e ’80, il cinema noir degli anni ’50/’60, i libri di Paul Auster, il cinema di Haneke, di Aldrich, la pittura espressionista e quella murale e politica di inizio ‘900, il costruttivismo russo… l’elenco è lungo. E tutta la mia formazione è un continuo mash-up.

Mentre se ti chiedessi qual è oggi il nuovo nome della street art su cui puntare, mi sapresti rispondere?
Più che artisti specifici ci sono delle opere che sono molto interessanti, il genere installativo è quello che mi entusiasma di più. Molti artisti italiani in questo momento stanno sperimentando in questa direzione.

 

Le bellissime opere di MP5 MP5 artista Roma www.mpcinque.com Una videoinstallazione di MP5


Qual è la cosa più bella del tuo lavoro?
Il cambiamento. Non sapere mai con quale media e in che contesto lavorerò nel progetto successivo.

La più brutta?

L’incertezza.

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

Serigrafia Unicorno

Il bellissimo unicorno tutto righe di Andrea Minini  è una serigrafia ad 1 colore, di dimensioni 50x70 cm
35,00 €

Agricane Serigrafia di DEM

Serigrafia a due colori, dimensioni 20x30 cm Edizione limitata di 40 esemplari DEM Come un moderno alchimista, DEM crea personaggi bizzarri, creature surreali abitanti di un livello nascosto nel mondo degli umani. Eclettico e divertente, attraverso muri dipinti, illustrazioni e installazioni ricche di allegorie, lascia che sia lo spettatore a trovare la chiave per il suo enigmatico e arcano mondo. Oltre ad avere vecchie fabbriche ed edifici abbandonati come sfondo abituale ai suoi lavori, DEM è stato anche ospite alla Oro Gallery di Goteborg e ha preso parte a esposizioni importanti come «Street Art, Sweet Art» (PAC, Milano), «Nomadaz» (Scion Gallery, Los Angeles), «Original Cultures» (Stolen Space Gallery, London) and «CCTV» (Aposthrofe Gallery, Hong Kong). Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Roberta Maddalena

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Roberta Maddalena Artist, creativity trainer Roberta Maddalena nasce a Giussano nel 1981.Vive e lavora a Milano. Laureata in Design per la Comunicazione al Politecnico di Milano, si specializza in parallelo all’università in Incisione Calcografica, e successivamente in cultura tipografica e Type Design. Segue studi musicali, specializzandosi in vocalità extraeuropee ed ergonomia vocale, sviluppando profondo interesse per l’etnomusicologia, in particolare per l’Asia, esperienza che la porterà ad avvicinarsi a calligrafia orientale e danza contemporanea. Da questi percorsi nascono nel 2013 le sue performance a inchiostro, esperienze fondate sulla relazione segno-corpo, e disegni e dipinti in cui forme e colori evocano la realtà universalmente percepibile e conosciuta, ma ne svelano l’aspetto più mistico e intimo. Sempre nel 2013, dopo sei anni di attività come illustratrice, nascono progetti di creativity training rivolti a privati e aziende: workshop in cui i partecipanti sono guidati nello sviluppo della propria creatività fuori dal quotidiano, per sviluppare capacità di osservazione e movimento, applicabili nella vita come nella professione. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Monica Bellucci Serigrafia di Checko's art

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Checko's art Nato nel 1977 a Lecce. Uno degli esponenti della Street Art italiana. Il suo percorso artistico ha inizio a Milano nel 1995 come writer. Attualmente abita al 167B «STREET», uno spazio fisico dedicato all’arte che, partendo dalla periferia (la 167B di Lecce, noto quartiere popolare), si propone come centro espositivo in continua mutazione. I suoi lavori si basano prettamente su murales, realizzati negli spazi pubblici, non solo con intento di riqualificare le zone grigie, ma per comunicare con le nuove generazioni. Ha partecipato a numerose mostre d’arte e contest collettivi in Italia e all’estero. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >