Art
di Gabriele Ferraresi 23 Dicembre 2015

La storia di Ulisse Bezzi, il fotografo di 90 anni diventato virale

Una storia incredibile, di quelle che la Pixar trasforma in film bellissimi

ulisse12home Huffington Post - Uno scatto di Ulisse Bezzi

 

Ulisse Bezzi ha 90 anni e vive a San Pietro in Vincoli, frazione di Ravenna: Ulisse è un fotografo, un grande fotografo contadino. Per tutta la vita infatti ha lavorato nei campi, nei suoi frutteti, scattando nel tempo libero, finché un giorno è diventato virale: come mai?

La notizia: parte delle sue foto sono state acquistate dalla Keith De Lellis Gallery di New York, galleria che ha ospitato tra gli altri lavori di Avedon, Cartier-Bresson, Man Ray. Uscita sull’Huffington Post il 13 ottobre, la storia di Ulisse aveva tutte le caratteristiche emozionali per funzionare: la scoperta di qualcosa di nascosto, l’emozione di vedere riconosciuti decenni di fatica, un protagonista così commovente che se lo trova la Pixar, ci fa un film. Così poi sono arrivati L’Huffington Post US, My Modern Met e altri. Se volete ascoltare il signor Ulisse raccontare in prima persona la sua storia, una decina d’anni fa Alessio Fattori gli aveva dedicato un breve documentario, lo trovate sul suo canale Youtube.

Così la storia di Ulisse ha fatto il consueto tour virale a colpi di migliaia di share che fanno le notizie quando colpiscono al cuore. Una storia alla Vivian Maier quella di Ulisse, così si è letto in giro, e in effetti le foto di Bezzi, almeno quelle circolate online in questi giorni, hanno davvero una forza fuori dal comune: ricordano alcuni lavori di Mario Giacomelli dei primi anni sessanta, ma è riduttivo accostare Bezzi a Giacomelli. Quelle di Bezzi sono immagini potentissime, bucano la mediocrità cui abbiamo abituato l’occhio e soprattutto la testa.

Bezzi è Bezzi, non è la copia di qualcuno. E scommetto che se avesse avuto più tempo per viaggiare avrebbe tirato fuori qualcosa di straordinario almeno quanto i reportage dei primi anni sessanta proprio di Giacomelli. Purtroppo Ulisse, malgrado il nome di battesimo, ha viaggiato meno di quanto avrebbe potuto: legato alla sua terra ha però camminato moltissimo, nelle campagne, o si è spostato a bordo del suo Galletto Guzzi, con cui andava in giro a cercare ispirazione. Volevo saperne di più, così l’ho chiamato, mi ha risposto la moglie, gentilissima, che lo ha interrotto proprio mentre Ulisse stava andando a fare un sonnellino. Ci sta: eravamo giusto dopo pranzo, e quella del riposino è un’usanza di grandissima civiltà.

Che effetto le ha fatto vedere riconosciuto oggi il suo lavoro? Le sue foto sono dappertutto in questi giorni
Mi ha fatto molto piacere, ci mancherebbe! Ho sempre avuto la passione della fotografia, ma mai avrei pensato di arrivare a un traguardo del genere, davvero, impensabile, è capitato. Poi cosa vuole, noi due non abbiamo il computer… ce l’ha mio figlio, ma sa: noi non siamo moderni, non ho mai cercato di usarlo il computer, è troppo complicato, avevo paura di non riuscire a imparare. Anche con le macchine fotografiche digitali, sono troppo complicate, alla mia età farei fatica.

Mi racconta com’è andata con la galleria di New York?
Tre, quattro anni fa è venuto questo gallerista da me, e ha preso le foto. Ma io ormai non ci pensavo più, erano già passati degli anni! Avevo fatto in tempo a dimenticarmi, mica me l’aspettavo che uscisse tutto ora.

 

ulisse3

 

Cosa coltiva nei suoi campi?
Ah qui a San Pietro in Vincoli è pieno di frutteti! Io coltivo pesche, pere, e mele. La vita nei campi è stata una necessità: mi sarebbe piaciuto studiare, ma in fondo la mia vita era qui e qui sono rimasto. Ma è andata bene: San Pietro in Vincoli non è cambiato, i frutteti c’erano e ci sono, le persone sono molto cordiali, oggi come cinquant’anni fa.

Una vita felice. Come teneva insieme la fotografia e il lavoro nei campi?
Non dovendo timbrare il cartellino e lavorando a casa mia ero libero, e ogni attimo che potevo mi prendevo il tempo. La notte, o a volte bastava anche una giornata di festa.

C’è qualche macchina fotografica che ricorda di avere usato?
Sicuramente all’inizio la Kodak Retinette, poi ho avuto anche una 6×6, ma non mi ricordo di che marca… e adesso una Yashica.

 

ulisse5

 

Le prime foto della sua vita se le ricorda?
Ah sì, avrò avuto una trentina d’anni, all’epoca fotografavo soprattutto i parenti, e i loro figli, sono stati sempre molto gentili, non mi hanno mai ostacolato nella mia passione.

E sua moglie cosa dice della sua passione?
Mia moglie è molto critica! Sfoglia le foto, se le guarda, mi dice “Questa sì, questa no”, è un aiuto importante per me.

Da quanto siete sposati?
(chiede alla moglie, NdR) “Ma da quant’è che siamo sposati” risposta della moglie “Da 51 anni”*

Ma è vero che vuole smettere con le foto?
Non è mica vero, anzi! Se trovo degli spunti interessanti, fotografo ancora. Ma quand’ero più giovane era più facile, potevo muovermi, magari prendevo il Galletto [scooter Moto Guzzi prodotto tra il 1950 e il 1965, n.d.r] e mi spostavo, andavo in giro, adesso è più complicato.

E a proposito di muoversi, a New York, a vedere le sue foto non vorrebbe andare
Mica detto che non ci andrò, può darsi che ci vada eccome a New York!

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

70,00 €

SERIGRAFIA "SE MI AMI VALE TUTTO" - ed. limitata firmata - MI AMI 2014

Serigrafia ufficiale della 10° edizione del MI AMI 2014 dimensioni: 50x50 cm stampata a 2 colori (nero + argento) edizione limitata di 50 esemplari ognuna numerata e firmata dall'artista disegnata da Alessandro Baronciani serigrafata a mano da Corpoc venduta non incorniciata (spedita arrotolata in un tubo) disponibili anche la versione UOMO+UOMO e DONNA+DONNA Gli ordini saranno evasi dopo il MI AMI.
36,90 €

Orologio da tavolo vintage

Dal design minimal, l'orologio da tavolo con flip-page è perfetto per la tua scrivania, donando un tocco vintage al tuo studio o alla tua casa. CARATTERISTICHE: Dimensioni: 195mm x 170 millimetri Non include batterie Prodotto spedito dalla Cina, Stati Uniti o Repubblica Ceca. Tempi di consegna: 20/30 gg.
35,00 €

Inés Sastre Serigrafia di Alessandro Baronciani

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Alessandro Baronciani Alessandro Baronciani vive a Pesaro e lavora a Milano come Art Director, grafico e illustratore. Ha lavorato per diverse agenzie pubblicitarie come direttore di campagne a cartoni animati. Le sue illustrazioni sono state stampate per molti brand come Martini, Coca Cola, Bacardi, Nestlè, Audi, Poste Italiane e Vodafone. Lavora per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, quest’ultima ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci!, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Alessandro disegna fumetti. Ha pubblicato 3 libri di fumetti intitolati Una storia a fumetti, Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Per molti anni ha disegnato e pubblicato i suoi fumetti da solo, come un esperimento fai-da-te mai provato prima in Italia: i suoi fumetti venivano spediti in abbonamento e gli abbonati diventano parte delle storie che disegnava. Suona inoltre la chitarra e canta nella punk band di culto Altro. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Luca Zamoc

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Luca Zamoc Luca Zamoc è nato a Modena nel 1986. Sin da piccolo ha trovato ispirazione nei fumetti anni ‘80, nella Bibbia e nell’anatomia umana. Ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Milano, dove ha conseguito un titolo in Graphic Design & Art Direction. Il suo lavoro abbraccia diversi media, dal digitale ai muri, passando all’inchiostro, carta e fumetto. Negli ultimi anni ha lavorato e vissuto in diverse città quali Milano, Berlino, Londra, Los Angeles, New York e Istanbul. Oggi vive e lavora a Barcellona. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
19,90 €

Milano Music Map

Un poster con una speciale mappa di Milano fatta con i nomi delle band e dei musicisti che abitano le rispettive zone. Un oggetto di arredo per tutti i milanesi appassionati di musica!  
55,59 €

Macchina fotografica a pellicola 35 mm

Macchina fotografica a pellicola 35 mm, modello vintage. Piccola e leggera, divertiti a immortalare ogni momento in versione analogica. Caratteristiche: Built-in flash Pellicola della macchina fotografica (35mm) Disponibile in Verde, Rosa, Viola, Nero, Blu, Oro, Argento Fonte di energia: 1 x batteria alcalina AAA (non inclusa)   Prodotto spedito dalla Cina. Tempi di consegna: 20/30
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Giò Pistone

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Giò Pistone Gio Pistone è nata a Roma. La scelta dei soggetti, spesso figure di fantasia tendenti al mostruoso, caratterizzati da colori molto forti, nasce prestissimo a seguito di incubi notturni. Disegnarli il mattino seguente fu un’idea della madre per affrontare la paura. Presto gli incubi si sono trasformati in vere e proprie visioni da cui ancora oggi attinge. Si è appassionata alla scenografia di teatro dove ha continuato ad approfondire i suoi sogni e il suo innato amore per il grande. In seguito ha lavorato e viaggiato con La Sindrome Del Topo, un gruppo di creatori di strutture di gioco e sogno, con cui si occupava di disegnare, costruire e progettare giostre e labirinti. Ha cominciato a lavorare in strada nel ‘98 attaccando in giro per Roma i suoi disegni fotocopiati. Ha collaborato con varie realtà italiane e internazionali. Ha partecipato a mostre in tutta Europa in particolare presso il Museo MADRE di Napoli, l’Auditorium di Roma, il Museo Macro di Roma e partecipato ad eventi di Street Art quali «Scala Mercalli», «Pop up», «Subsidenze», «Visione Periferica», «Alterazioni», «M.U.Ro». Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40  
35,00 €

Senza Titolo Serigrafia di Ester Grossi

Serigrafia a due colori, dimensioni 20×30 cm Edizione limitata di 40 esemplari Ester Grossi Nata ad Avezzano (AQ) nel 1981. Diplomata in Moda, Design e Arredamento presso l’Istituto d’Arte Vincenzo Bellisario, nel 2008 ha conseguito la laurea specialistica in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale presso il DAMS di Bologna. Si dedica da anni alla pittura e ha all’attivo diverse mostre in Italia e all’estero; è vincitrice del Premio Italian Factory 2010 e finalista del Premio Cairo 2012. Nel 2011 è stata invitata alla 54° Biennale di Venezia (Padiglione Abruzzo). Come illustratrice ha realizzato manifesti per festival di cinema e musica (Imaginaria Film Festival, MIAMI, Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto) e cover per album di band musicali (A Classic Education, LIFE&LIMB). Collabora frequentemente con musicisti per la realizzazione di mostre e installazioni pittoriche-sonore. Tratto dal catalogo della mostra La bellezza fa 40
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >