La bellezza ai tuoi piedi: la guida ai bellissimi pavimenti di Parigi

Le foto di Sebastian Erras ai più bei pavimenti d’Europa ci piacciono tantissimo

Fotografia
di Sandro Giorello facebook 14 marzo 2016 14:13
La bellezza ai tuoi piedi: la guida ai bellissimi pavimenti di Parigi

pavimenti thecreatorsproject.vice.com - Sebastian Erras

 

Se siete degli utenti fedeli di Dailybest queste scarpe le riconoscerete di sicuro, sono quelle di Sebastian Erras. È un fotografo tedesco specializzato in interni che va matto per i pavimenti: dopo alcuni viaggi si è accorto che spesso i turisti che visitano le città più importanti si dimenticano di dare uno sguardo anche a cosa ci possa essere ai loro piedi, perdendosi così dei veri e propri capolavori, così ha deciso di iniziare a fotografare i pavimenti più belli che vedeva.

Solo la scorsa settimana vi abbiamo raccontato delle sue foto a Barcellona e, mesi prima, vi avevamo parlato di quelle fatte a Venezia. Nell’ultimo anno ha lavorato molto a Parigi e così, lo scorso maggio, ha deciso di creare un account Instagram con tutti i suoi scatti più belli e dedicarlo alla capitale francese.

 

 

Troverete più di 300 pavimenti immortalati durante i suoi tanti viaggi ma per quelli scoperti a Parigi – che si tratti di preziosi mosaici o di bellissime mattonelle nascoste sotto i tavoli di ristoranti poco conosciuti – ha avuto di sicuro un occhio di riguardo. E poi non potrete non notare il suo eccentrico amore per le scarpe a punta.

 

145782202075004_RuedeTresor_LaChaiseauPlafond__2 thecreatorsproject.vice.com - Sebastian Erras

 

Ho notato che molti commenti alle foto erano dedicati alle mie scarpe” –  commenta Erras – “È l’unico elemento visibile nella foto e crea una personale connessione con me, in qualche modo mi rappresentano. Ora provo sempre ad aggiungere un tocco artistico alla foto abbinando le scarpe al pavimento. Quando sono in giro alla caccia di pavimenti da fotografare mi porto nella zaino un secondo o, addirittura, un terzo paio di scarpe. Così, per ogni evenienza”.

 

FONTE |  thecreatorsproject.vice.com

COSA NE PENSI? (Sii gentile)