Libri
di Raffaele Portofino 17 Settembre 2019

Il nuovo libro di Stephen King sembra prendere spunto da Stranger Things

Torna Stephen King con un libro dalla trama simile a quella di Stranger Things, ma solo apparentemente

Qualche giorno fa è uscito L’Istituto, il nuovo romanzo di Stephen King: 576 paginette, già primo in classifica tra i bestseller e già opzionato per farne una serie tv dagli adattatori di Mr. Mercedes, altro romanzo/serie tv di King. Tutto normale per lo scrittore di Bangor, Maine, conosciuto da molti che non hanno mai letto un suo libro, proprio per tutti gli adattamenti per il cinema o la tv che ne sono stati tratti.

Questa è la trama del libro:

È notte fonda a Minneapolis, quando un misterioso gruppo di persone si introduce in casa di Luke Ellis, uccide i suoi genitori e lo porta via in un SUV nero. Bastano due minuti, sprofondati nel silenzio irreale di una tranquilla strada di periferia, per sconvolgere la vita di Luke, per sempre. Quando si sveglia, il ragazzo si trova in una camera del tutto simile alla sua, ma senza finestre, nel famigerato Istituto dove sono rinchiusi altri bambini come lui. Dietro porte tutte uguali, lungo corridoi illuminati da luci spettrali, si trovano piccoli geni con poteri speciali come telepatia e telecinesi.

Appena arrivati, sono destinati alla Prima Casa, dove Luke trova infatti i compagni Kalisha, Nick, George, Iris e Avery Dixon, che ha solo dieci anni. Poi, qualcuno finisce nella Seconda Casa. “È come il motel di un film dell’orrore”, dice Kalisha. “Chi prende una stanza non ne esce più”. Sono le regole della feroce signora Sigsby, direttrice dell’Istituto, convinta di poter estrarre i loro doni: con qualunque mezzo, a qualunque costo. Chi non si adegua subisce punizioni implacabili. E così, uno alla volta, i compagni di Luke spariscono, mentre lui cerca disperatamente una via d’uscita. Solo che nessuno, finora, è mai riuscito a evadere dall’Istituto.

Notate qualche somiglianza?  Notate qualche somiglianza?

Vi ricorda qualcosa? Molti hanno trovato questa sinossi simile alla trama di Stranger Things, con Ellie (Undi in italiano) cresciuta in un istituto per bambini con i poteri soprannaturali, che riesce ad uscire e a far incastrare quelli che l’hanno rinchiusa con la forza, per usare le sue abilità. Per i neofiti di King potrebbe sembrare quasi un plagio, non fosse che proprio Stranger Things prende spunto da un sacco di libri di King che riguardano bambini con poteri speciali, da Carrie a L’incendiaria fino a Shining, o alle storie di formazione tipiche de Il Corpo, il racconto da cui è stato tratto il film Stand By Me. Queste le parole di SK a proposito della supposta somiglianza con Stranger Things: “Mi piace molto [Stranger Things] e questo è un altro libro sui bambini che sono deboli e indifesi soli, ma insieme possono fare qualcosa di molto forte”.

A questo punto, non resta che farsi trasportare da Stephen King e dalla sua nuova  storia, che promette di essere un’epica battaglia tra il bene e il male come non accadeva dai tempi di IT o dell’Ombra dello Scorpione.

Compra su Amazon

 

TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >