Libri
di Simone Stefanini 24 Gennaio 2019

La guida turistica ai luoghi di Lovecraft è il libro definitivo per gli amanti delle gite nell’orrore cosmico

Volete visitare i luoghi citato da H.P. Lovecraft nei suoi racconti? Questa guida turistica fa al caso vostro

Sulle prime, appare come un libro di quelli che si trovavano nelle biblioteche un po’ nascoste, di provincia, quelle che ci vai solo se le conosci e magari trovi un libro che ti fa entrare direttamente nell’avventura, un po’ come capita ne La Storia Infinita. Qui però, al posto di simpatiche creature che sembrano enormi cani volanti che hanno esagerato col balsamo, si parla di luoghi di villeggiatura che proprio ameni non sono.

Il libro s’intitola I luoghi di Lovecraft, Novissima guida ad uso del viaggiatore, è presentata da Imaginary Travel Ltd ed è stata scritta da Michele Mingrone, Caterina Scardillo e Sara Vettori. Una volta aperto il volume finemente rilegato, siamo totalmente immersi nelle località di villeggiatura inventate da H.P. Lovecraft, l’inventore dell’orrore cosmico.

Si va dai luoghi immaginari del New England come Innsmouth, Arkham, Kingsport e Dunwich per salire sulle Montagne della Follia in Antartide e ridiscendere in Medio Oriente, nella Città senza Nome, non prima di aver visitato le Terre del Sogno tipo Dylath Leen o Ulthar. Non può mancare neanche l’escursione a R’Lyeh, nell’Oceano Pacifico, per visitare il simpatico altare tanto caro al vecchio Cthulhu.

Il ridente Cthulhu saluta i turisti desktopbackground - Il ridente Cthulhu saluta i turisti

La guida, logicamente semiseria, è scritta divinamente, con dovizia di particolari, illustrazioni, mappe, cartine e le schede dei luoghi rispondono alle seguenti domande: storia e attività commerciali, da vedere, monumenti principali, dove mangiare e bere qualcosa, ricette, shopping, dove dormire, sport e divertimenti, trasporti. Neanche TripAdvisor offre un servizio così completo, tanto più che per scrivere minuziosamente la guida, occorre aver letto l’opera omnia dell’inventore dei Grandi Antichi e del Necronomicon, conoscere l’Arabo Pazzo Abdul Alhazred, il sempre gioviale Nyarlathotep, il rianimatore folle Herbert West, lo strano Wilbur Whateley, figlio dell’educato Yog-Sothoth, gli uomini pesce e il sopra citato zio Cthulhu, che da sempre ci vuole bene e guarda agli umani come al popolo prediletto (no).

Pertinente, sagace e ironico, questo volume non può mancare nella biblioteca degli amanti del weird, dell’orrore e di altre cose buone. Consigliatissimo anche agli altri, perché tramite questo libro possono entrare in contatto con i mondi terribili e geniali di H.P. Lovecraft.

I Luoghi di Lovecraft, Novissima guida a uso del viaggiatore – Edizioni NPE

Compra | Amazon

COSA NE PENSI? (Sii gentile)

DAL NOSTRO SHOP

15,00 €

La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia

Scarica gratuitamente l'ebook de La Bella Nostalgia in tutti i formati QUI   "La Bella Nostalgia - Archeologia pop degli anni '80 e '90 in Italia" di Simone Stefanini parla di mode, film, telefilm, musica, porno, orrori e gioie di due decenni contrapposti di cui oggi abbiamo rivalutato ogni lascito. Una riflessione tragicomica sulla retromania in Italia, una macchina del tempo a metà tra la DeLorean di Ritorno al Futuro e la Bianchina di Fantozzi. 200 pagine - edizione limitata di 50 copie firmata e numerata dall'autore. Edizioni Brava Gente - Betterdays    
10,43 €

The Gashlycrumb Tinies

In Inghilterra è un grande classico, firmato dall’illustratore Edward Gorey. Nelle tavole del libricino, troviamo le lettere dell’alfabeto illustrate da bambini morti. Nel senso: ogni lettera è accostata a un bambino con quell’iniziale, morto in circostanze tragiche. Per dire una cosa banale, si potrebbe dire che si tratta di immagini che sembrano uscite dall’immaginario di Tim Burton, ma avrebbe poco senso. Il bello è perdersi per qualche secondo nelle vicende di questi poveri bambini.  
9,50 €

Zen del Juggling

Autore: Dave Finnigan Editore: Nuovi Equilibri Un vecchio libro, del 1999, ma è un classico per gli amanti della giocoleria, è in fondo un libro per tutti, perché la vita è come un esercizio difficile di giocoleria.
15,00 €

Giulia Bersani - lucciole

  Giulia Bersani, fotografa. Classe 1992, vive a Milano. Fotografie scattate al MI AMI festival 2016 Formato: 21x15 cm Numero Pagine: 48 (+4 copertina) Edizione limitata 100 copie numerate, titolate e firmate dall'autore "Mi piace osservare come musica e buio tirino fuori il lato più istintivo delle persone. Si perde un pò di autocontrollo e ci si lascia guidare dalle proprie emozioni. Io mi sono lasciata libera di inseguire quello che istintivamente mi attraeva, così ho trovato baci, voglia di vivere e colori." (Giulia Bersani)  
11,57 €

Sad Animal Facts

Il mondo visto dal punto di vista degli animali è ricco di sfortunate verità, humor delizioso e malinconico. Un libretto con 150 disegni fatti a mano di animali, ciascuno accostato ad un fatto scientifico che lo riguarda e al suo pensiero a proposito. Si chiama Sad Animal Facts e l'autrice è l'americana Brooke Barker.  
25,00 €

Il libro di ricette italiane illustrato da Olimpia Zagnoli

Questo libro contiene 140 ricette di piatti italiani, scritte in francese e arricchite di tante belle illustrazioni di Olimpia Zagnoli. Con molto amore. Olimpia Zagnoli è un’illustratrice italiana diventata famosa negli Stati Uniti, dove ha avuto l’onore di illustrare le prestigiose pagine del New York Times e del New Yorker. Ha girato video musicali e firmato copertine di libri, ha lavorato per Taschen e non sembra volersi fermare più.  
14,45 €

L'inverno d'Italia: Il fumetto di Davide Toffolo sui campi di concentramento italiani

Grazie a Coconino Press è uscita la nuova edizione di L’inverno d’Italia, il fumetto sulla vergognosa pagina della storia italiana: i campi d’internamento italiani in cui finirono migliaia di cittadini sloveni. Una storia poco conosciuta raccontata qui con le illustrazioni del bravissimo Davide Toffolo.
19,90 €

Chineasy, il libro per imparare il cinese

Vuoi imparare il cinese? Ci sono 200 simboli fondamentali con i quali si può capire all’incirca il 40% del cinese scritto, dai menu al ristorante, ai cartelli stradali, spot televisivi e scritte sui giornali. Per spiegare e memorizzare questi simboli c’è questo bel libro: Chineasy.
TENIAMOCI IN CONTATTO
>
Iscriviti alla newsletter, niente spam, solo cose buone
>
CORRELATI >